Torna indietro

HUTCHINSON FUSION 5

del 13.09.2017 a cura di "Redazione INBICI"

Più affidabili nel rotolamento e più resistenti alla foratura: così è nata la nuova generazione dei copertoncini

 

Che le gommature stradali di tipo Tubeless si pongano al vertice della corrente tecnologia del "copertoncino" non è mistero per nessuno. Tale tecnologia, seppure con vari contrattempi, rappresenta di fatto la prossima generazione di pneumatici per biciclette.

I vantaggi che offre sono molteplici: ottima resistenza al rotolamento (grazie all’assenza di una camera interna e i suoi inevitabili attriti con il copertone) ed una probabilità più bassa di foratura (soprattutto per pizzicamento). E, sempre in tema di affidabilità massima, c’è da precisare che una gommatura tubeless, in caso di foratura, mostra due non trascurabili vantaggi: in caso di lacerazioni rimane tendenzialmente sul cerchio evitando di stallonare. In caso di forature con perdita di pressione graduale, invece, consente generalmente un facile rientro a casa anche se a pressione ridotta. Inevitabile dire che questa tipologia di gommatura rappresenti un interesse concreto per un appassionato ciclista.

 

 

La Fusion 5 Tubeless Ready persegue questo obbettivo cercando di massimizzare i sei elementi che stanno alla base di ogni performance: attrito di rotolamento, grip, durata, resistenza alla perforazione, leggerezza e comfort.

Ma, vi chiederete, cosa differenzia una gommatura cosiddetta “tubeless ready” da un normale copertoncino? La più grande differenza tra le due tipologie si può trovare nell’area del tallone e all’interno della gommatura. La versione Tubeless possiede, infatti, uno strato extra di gomma nella zona interna che si prende cura di mantenere l’aria in pressione nei valori molto elevati utilizzati in una bicicletta con pneumatici tubeless. Offerta nella misura 25 mm (per 255 g) e carcassa rinforzata da 127 TPI questo pneumatico fa tesoro dei risultati del HDF 5 Project. Ovvero il Group Intelligence formato da ricerca, sviluppo e esperienza nella composizione del migliore “compound” per uso ciclistico che annovera numeri di tutto rispetto: come 105 combinazioni di differenti miscele di battistrada, 80.000 miglia di sperimentazioni sul terreno e 21000 miglia in sella alla bicicletta. Il tutto per offrire al ciclista Hutchinson la miglior soluzione possibile.

 

Questa ricerca ha portato all’affinamento di tre compound di battistrada: HDF 5,1 HDF 5,2 e HDF 5,3. Il 5,3 è stato concepito ponendo come obbiettivo prioritario il dato di longevità, e gli 1,6 mm di spessore del battistrada ne sono testimonianza; la mescola 5,1, è stata concepita per la pura performance. E’ nei fatti un battistrada sottile da 0,8 mm che offre un’elevata leggerezza associato ad un riforzo leggero che conferisce efficienza ed un incredibile presa al suolo.

Il compound 5,2 infine, quello adottato dalla Fusion 5 Tubeless Ready (53,90 euro), offre un compromesso ideale tra leggerezza e robustezza (garantita da un rinforzo antiforatura in Kevlar®) abbinato ad una durata del battistrada che si pone in posizione intermedia tra gli spessori appena elencati ed è pari a 1,2 mm. Il disegno del battistrada mostra delle di incisioni a freccia di tipo convergente ben distanziati tra di esse. Occorre infine ricordare che questa copertura, quando utilizzata senza camera, in configurazione Tubeless, deve essere impiegata  con il liquido a base di lattice Protect’Air MAX, opzione obbligatoria per sigillare gli pneumatici Tubeless Ready, medesimo sigillante raccomandato come preventivo delle forature anche per le gommature tubolari.

 

Distributore per l’Italia Beltrami T.S.A.

Copyright © INBICI MAGAZINE

.: Torna indietro alla sezione Blog :.