SFONDO COSMOBIKESFONDO ASSOS Sfondo Assos
TOP Shimano
Assos Top
Home > gn > AIR 2018 – SOSA FA SUA L’ADRIATICA IONICA RACE
Adriatica Ionica Race Ivan Ramiro Sosa (COL - Androni - Sidermec - Bottecchia) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

AIR 2018 – SOSA FA SUA L’ADRIATICA IONICA RACE

Condividi

Ivan Ramiro Sosa (Androni Sidermec) conquista la prima edizione della Adriatica Ionica Race.

 

Fondamentale per lui la vittoria ottenuta sul Passo Giau che gli ha permesso di staccare tutti i rivali. A completare il podio Giulio Ciccone (Bardiani Csf) e Ildar Arslanov (Gazprom Rusvelo). Elia Viviani (Quick Step Floors) si impone in volata sul traguardo di Trieste.

 

La tappa – Dal centro storico di Grado si parte per il gran finale. Quinta e ultima frazione di 116,8 km con le salite di San Martino del Carso e Prosecco. Arrivo a Trieste dopo un circuito da ripetere sette volte. Al km 23 in sei allungano sul gruppo: Chun kai Feng (Bahrain Merida), Darwin Atapuma (UAE Team Emirates), Umberto Orsini (Bardiani Csf), Damiano Cima (Nippo Fantini), Miguel Eduard Florez (Wilier) e Michele Gazzara (Sangemini MG k Vis). Il gruppo però non lascia mai margine ai fuggitivi e ai meno diciotto dal traguardo li raggiunge. Le squadre si organizzano per preparare lo sprint finale. Sfida tra Cavendish e Viviani con quest’ultimo che la spunta.

Ivan Ramiro Sosa – Un giovanissimo, di soli vent’anni, cresciuto ammirando le gesta di Rigoberto Uran e grande amico di Egan Bernal. Gioia nelle sue parole per questo grande successo: “Ho lavorato molto per arrivare bene a questa gara, non credevo di poter vincere ma ce l’ho fatta. Nella tappa con arrivo sul Giau ho ascoltato i consigli di Gavazzi, ho attaccato negli ultimi ultimi 3 km e mi è andata bene. Sono contento di alzare le braccia proprio in questa città dove il mio connazionale Nairo Quintana vinse il Giro d’Italia”.

Questa è una vittoria importante – commenta Gianni Savio – perché Sosa acquisisce la consapevolezza di essere forte. Ho molta esperienza di sud americani e so che lui farà strada perché è un ragazzo umile ed educato. Sono convinto che potrà essere un grande scalatore. Come caratteristiche potrei paragonare il giovane Sosa a Nelson Cacaito Rodriguez. In conclusione faccio i complimenti a Moreno per aver riportato il ciclismo che conta in zone dove era sparito”.

Una piccola curiosità: il colombiano Sosa era il più giovane partente di questa gara a tappe.

Adriatica Ionica Race 2018 – 1st Edition – 5th stage Grado – Trieste 124,6 km- 24/06/2018 – Elia Viviani (ITA – QuickStep – Floors) – – photo Dario Belingherii/BettiniPhoto©2018

 

Elia Viviani – Tre volate su tre per il velocista veronese della Quick Step. Ancora una volta Viviani si conferma imbattibile allo sprint: “Dopo il Giro d’Italia la condizione era giusta per provare a far bene. Sono contento oggi di aver retto il confronto con Mark Cavendish e di aver trionfato. Abbiamo messo ancora alla prova Alvaro Hodeg come ultimo uomo e lui ha risposto alla grande, finendo anche al terzo posto. La corsa così come progettata è stata ideale, penso che si possa solo migliorare e aumentare la presenza anche di squadre W.T.”

Le maglie – Ivan Ramiro Sosa conquista la maglia azzurra e la maglia bianca di miglior giovane. Elia Viviani porta a casa la maglia a punti e Enrico Logica si aggiudica la classifica di miglior scalatore.

 

CLASSIFICA TAPPA:

  1. Viviani Elia (Quick Step Floors) 2:27’48”
  2. Mark Cavendish (Dimension Data)
  3. Riccardo Minali (Italia)
  4. Alvaro Jose Hodeg (Quick Step Floors)
  5. Luca Pacioni (Wilier Triestina Selle Italia)
  6. Consonni Simone (UAE Team Emirates)
  7. Manuel Belletti (Androni Sidermec)
  8. Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo)
  9. Canola Marco (Nippo Vini Fantini)
  10. Matteo Trentin (Nazionale Italiana)
  11. Michele Scartezzini (Sangemini MG K Vis)

 

CLASSIFICA GENERALE:

  1. Ivan Ramiro Sosa (Androni Sidermec)
  2. Giulio Ciccone (Bardiani Csf) +41”
  3. Ildar Arslanov (Gazprom Rusvelo) +1’18”
  4. Edward Ravasi (UAE Team Emirates) +1’40”
  5. Valerio Conti (UAE Team Emirates) +1’57”

 

a cura di Davide Pegurri per iNBiCi magazine

 

 

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

FILIPPO GANNA PASSA AL TEAM SKY: PER LUI UN FUTURO SU STRADA E SU PISTA

CondividiE’ ufficiale: dal 2019 Filippo Ganna sarà un corridore del Team Sky. Ganna è uno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *