SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > G News > BRUYNEEL: “NESSUN CORRIDORE DELLA US POSTAL E’ STATO COSTRETTO A DOPARSI”

BRUYNEEL: “NESSUN CORRIDORE DELLA US POSTAL E’ STATO COSTRETTO A DOPARSI”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Sei anni dopo le confessioni di Lance Armstrong, il suo storico direttore sportivo Johan Bruyneel ha accettato di parlare dei metodi di doping adottati durante il dominio del texano al Tour de France, tra il 1999 e il 2005, con la US Postal Service e la Discovery Channel.

Bannato a vita dall’UCI da tutte le competizioni sportive, il direttore sportivo belga ha voluto esprimere la sua opinione sul periodo da lui vissuto. “Come corridore, ho corso negli anni in cui si faceva uso di EPO. L’affaire Festina non ha cambiato le abitudini nel gruppo: un mese dopo che la squadra aveva abbandonato il Tour, nel 1998, tutti noi eravamo al Giro di Spagna e ci siamo subito resi conto che nulla era cambiato in gruppo”.

 

ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
Banner archivio Blog - Shimano
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

 

Bruyneel spiega anche che “l’uso dell’EPO non era un tabù, era un prodotto non rilevabile e facilmente disponibile. Tutti i vincitori del Tour hanno utilizzato metodi non tracciabili che erano disponibili per loro nel momento in cui stavano gareggiando. Il nostro obiettivo, come staff, era quello di mantenere i corridori sani, in modo tale che nessun corridore possa essere trovato positivo, e l’unico dottore in grado di mantenere basso il loro ematocrito era Michele Ferrari”.

Bruyneel ha poi parlato del fatto che uno dei suoi ex corridori, David Zabriskie, ha dichiarato di essere stato costretto a prendere l’EPO: “è una grande bugia, erano sempre i corridori a chiedere sostanze. All’epoca c’erano giovani corridori che ci imploravano di far parte del nostro programma medico”.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *