SFONDO ASSOS
BANNER CICLOPROMO FIVE BANNER TOP
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP

CHAVES E L’ALLERGIA: ECCO COSA SUCCEDE AL FISICO DI UN CORRIDORE

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Esteban Chaves è ormai fuori dai giochi per la possibile conquista della maglia rosa.

Il corridore della Mitchelton-Scott, che fino a ieri mattina occupava la seconda posizione in classifica generale alle spalle del suo compagno di squadra Simon Yates. Al termine della frazione con arrivo a Gualdo Tadino, Chaves ha tagliato il traguardo con 25 minuti di ritardo: una crisi inaspettata, causata – secondo quanto affermato dalla propria squadra – da una crisi allergica. 

E’ possibile che un corridore professionista venga colpito dall’allergia da un giorno all’altro? Per rispondere a questa domanda abbiamo consultato Nunzio Pozzuoli, responsabile della struttura Picc Team Roma, specializzata nella terapia fisica vascolare Bemer.

 

SCOTT BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
Shimano Banner archivio Blog
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
KTM AERO BANNER NEWS 5
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6

 

La crisi di Chaves è spiegabile in base al percorso affrontato: le tappe precedenti del Giro d’Italia si sono svolte a ridosso del mare o in montagna, territori dove i fenomeni allergizzanti non sono molti proprio per via dell’aria che si respira in queste zone. Ieri i corridori sono entrati nell’entroterra, con una tappa che terminava in Umbria, quindi in queste zone è più probabile che l’aria si riempia di sostanze allergizzanti. I corridori sono molto più soggetti delle altre persone a subire queste crisi allergiche perché, in virtù dello sforzo fisico a cui sono sottoposti, hanno una frequenza respiratoria più alta. I fastidi causati dall’allergia sono molto importanti, perchè si ha la sensazione di non riuscire a respirare bene. Di conseguenza anche la prestazione atletica può crollare in maniera significativa”.

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
Shimano Banner archivio Blog
SCOTT BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
KTM AERO BANNER NEWS 5
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *