SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > gn > CIAO PANTA, 16 ANNI SENZA DI TE

CIAO PANTA, 16 ANNI SENZA DI TE

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango" e "Due pedali per volare"


Oggi siamo tutti impegnati a ricordare la figura di San Valentino e dell’Amore, ma per gli sportivi, per gli amanti del ciclismo più in generale, oggi 14 febbraio è una data che riporta alla mente un ricordo triste e doloroso. Il 14 febbraio 2004, infatti, Marco Pantanise ne andò via per sempre e con lui la figura di quel corridore straordinario che ha fatto sognare l’Italia mentre, senza timore alcuno, attaccava le montagne con tutto il fiato e la forza che aveva. 

Marco Pantani era uomo semplice e dal grande cuore, cavalcando la sua bici ha riportato il ciclismo italiano sul primo gradino del Tour de France, un’impresa nell’impresa vincere il Tour dopo aver conquistato il Giro d’Italia. Riuscì a vincere le due corse più importanti nello stesso anno: qualcosa di irripetibile e straordinario. Era il 1998 e dopo di lui, nessuno ci è più riuscito. Pantani non era un ciclista qualunque, non era un corridore come tanti: Pantani dava spettacolo, le sue corse regalavano emozioni pure, era un Pirata, con la sua bandana e la sua grinta. Nel 1995 un’auto lo investì, la sua gamba in frantumi, ma lui non demorse, si rimise pian piano a lavorare su se stesso, e ritornò ragalando imprese epiche, che lo hanno giustamente fatto entrare nel mito. 

pantani-altro-giallo-jpg

Fu escluso dal Giro 1999 a seguito di un valore di ematocrito al di sopra del consentito, e purtroppo risentì del clamore mediatico suscitato dalla vicenda, cadendo in una forte depressione. Sono già tracorsi sedici anni da quando la notizia della sua morte lasciò tutti senza parole, addolorati, annichiliti. Fu trovato morto in una stanza d’albergo di Rimini, e l’autopsia rivelò che il decesso era stato causato da un edema polmonare e cerebrale, conseguente a un’overdose di cocaina e psicofarmaci, anche se molte contestazioni sono state fatte, da parte dei familiari, sulla modalità del suo decesso.

GRANFONDO SANREMO BANNER BLOG NEWS + DENTRO NEWS
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner archivio Blog - Shimano

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango" e "Due pedali per volare"

GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
GRANFONDO SANREMO BANNER BLOG NEWS + DENTRO NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *