SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
Home > G News > COMMENTOUR – CI VOLEVA DAVVERO IL CAPOLAVORO DI EWAN
Tour de France 2020 - 107th Edition - 3rd stage Nice - Sisteron 198 km - 31/08/2020 - Caleb Ewan (AUS - Lotto Soudal) - photo POOL David Stockman/Belga/BettiniPhoto©2020

COMMENTOUR – CI VOLEVA DAVVERO IL CAPOLAVORO DI EWAN

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Ci voleva davvero questa vittoria di Caleb Ewan al Tour de France. Un gesto atletico bellissimo, esaltante, da vedere e rivedere senza stancarsi mai. Ci voleva come il commovente trionfo ottenuto ieri da Julian Alaphilippe. Due vittorie con significati diversi: una emozionante, l’altra impeccabile dal punto di vista tecnico. Forse l’australiano si è preso anche qualche rischio di troppo, ma le volate sono questioni di attimi: e lui è riuscito a compiere un gesto atletico che ricorderemo a lungo. 

Tour de France 2020 – 107th Edition – 3rd stage Nice – Sisteron 198 km – 31/08/2020 – Caleb Ewan (AUS – Lotto Soudal) – Sam Bennett (IRL – Deceuninck – Quick Step) – photo Kei Tsuji/BettiniPhoto©2020

Queste due vittorie ci fanno un po’ rasserenare dopo la prima tappa di questo Tour de France, quando ci sembrava più di scrivere di un bollettino di guerra che di ciclismo. Ma le corse sono così, ci sono giornate positive e altre negative: oggi ci godiamo questo bellissimo gesto atletico di Ewan, domani vedremo. 

Shimano Banner archivio Blog
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

A proposito di domani: 39 anni fa, Eddy Merckx ebbe una cotta memorabile all’arrivo di Orcières-Merlette, arrivando con quasi nove minuti di ritardo all’arrivo rispetto al vincitore Luis Ocana. Nonostante tutto, il formidabile Eddy riuscì comunque a vincere quel Tour de France. Era un ciclismo di altri tempi chiaramente, ed è una pagina di storia da ricordare. Chi prenderà la cotta domani, però, difficilmente potrà recuperare: è un Tour de France anomalo, dove è molto difficile recuperare il terreno perso visto il livello così livellato verso l’alto di tutti i partecipanti. Domani faremo i conti, e vedremo chi potrà davvero lottare per la maglia gialla.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

Shimano Banner archivio Blog
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *