MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > G News > COMMENTOUR – QUALCUNO CHIEDA SCUSA A PETER SAGAN
Tour de France 2020 - 107th Edition - 7th stage Millau - Lavaur 168 km - 04/09/2020 - Peter Sagan (SVK - Bora - Hansgrohe) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2020

COMMENTOUR – QUALCUNO CHIEDA SCUSA A PETER SAGAN

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Nel corso di questi lunghi mesi mi è dispiaciuto leggere, da addetti ai lavori e non, che Sagan fosse un corridore finito. A parte che “finito” è una definizione che non mi piace, per qualsiasi sportivo: un atleta non finisce, ma semplicemente con il passare del tempo vede trasformarsi il proprio corpo e quindi anche le proprie prestazioni fisiche. “Finito” è forse chi ha bruciato il proprio talento, buttandolo via per cause esterne al trascorrere del tempo: ma non è di certo il caso di Peter Sagan, che ha forse raccolto meno di quanto avrebbe meritato in carriera ma che è sempre stato capace di far divertire.

Shimano Banner archivio Blog
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

Insomma, se non fosse stato per Sagan, avremmo trascorso un altro pomeriggio fatto di noia e sbadigli. Bora-hansgrohe tutta in testa, avanti tutta e menare, senza riprendere fiato. Il vento ci ha messo del suo. Complimenti quindi a Sagan, ma anche a tutta la squadra, che vede nel proprio capitano il leader indiscusso anche se nell’ultimo periodo i risultati non sono stati quelli sperati. Perché lo slovacco è un leader nato, ed è da qui che nasce la motivazione dei suoi compagni.

Tour de France 2020 – 107th Edition – 7th stage Millau – Lavaur 168 km – 04/09/2020 – Peter Sagan (SVK – Bora – Hansgrohe) – photo POOL Yuzuru Sunada/BettiniPhoto©2020

Credo che tante persone debbano quindi chiedere scusa a un corridore come Peter Sagan. Se dovessimo assegnargli un numero, gli darei un 10. Non solo come il massimo dei voti a scuola: è anche il numero che nel calcio viene assegnato al fantasista. E Sagan ha dimostrato ancora una volta di essere un fantasista. In fondo, un ex corridore come Alberto Contador lo ha definito “il Leo Messi del ciclismo”: se lo dice lui, dobbiamo credergli.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

Shimano Banner archivio Blog
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *