LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
TOP Shimano
Home > gn > COMUNICATO DI CRISTIAN BIANCHETTI IN RISPOSTA ALLA FCI

COMUNICATO DI CRISTIAN BIANCHETTI IN RISPOSTA ALLA FCI

Riceviamo tramite e-mail certificata e pubblichiamo il comunicato stampa di Cristian Bianchetti in risposta a quello della Federazione Ciclistica Italiana pubblicato due giorni fa

Buongiorno sono Cristian Bianchetti e come persona tirata in ballo dal comunicato ufficiale della FCI del 16/01/2019 mi sento in dovere di fare alcune precisazioni.

Già dal Titolo si capisce che Di Rocco mette le mani avanti rispondendo con un tema che nulla ha a che vedere con la mia chiacchierata di ieri al CONI, lui dichiara: “Il ciclismo è stanco di sopportare che persone squalificate per doping insistano a frequentare il mondo amatoriale, e sportivo in genere, imponendo la propria presenza anche in contesti istituzionali”.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

In primis allo stato attuale non sono una persona squalificata per doping e di sicuro non insisto a frequentare il mondo amatoriale in quanto da 4 anni ho la tessera da èlite nel pieno rispetto della loro assurda regola, dimostrando ogni mese il paradosso del requisito etico che va in contrasto a norme UCI, WADA, Costituzionali, ed Europee.

Sono 4 anni che tutti,a livello istituzionale, mi danno ragione (dalla foto in allegato il Presidente non mi sembra adirato per le mie ragioni) promettendo di trovare un rimedio, rimedio che legalmente non esiste essendo andato tutto in prescrizione; allora ho deciso dopo 4 anni di prese in giro di parlare con il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo, Giancarlo Giorgetti e visto che per vie istituzionali è impossibile dopo avere ascoltato educatamente l’inizio Convegno con il Presidente Coni Malagò (pardone di casa) ho deciso di farmi avanti per parlare con chi ha la delega allo sport nella Stato Italiano per informarlo dell’ingiustizia che sto subendo (non parlavo con il Presidente del CONI, che già sa tutto, e peraltro è stato anche gentile a farmi parlare, quindi nessun Blitz e nessuna imposizione della mia presenza in contesti istituzionali)

Di Rocco dichiara che il ciclismo ha cambiato pagina, a me diceva che questa norma colpisce noi “Fantasmi del passato” perché ora serve cosi, ma io non ci sto a fare da capro espiatorio alla lotta al doping, piuttosto combatta i “Mostri del Presente” e se vuole far valere il requisito etico lo faccia la domenica sera guardando le classifiche delle gare in Italia. Una norma senza sanzioni è nulla!

Io sono qui a rivendicare il Diritto Costituzionale alla difesa per quei fatti che (non avendo la palla di vetro sul futuro ergastolo ciclistico amatoriale) ho subito ed ho pagato dal 2005 al 2007 (senza stare troppo a spiegare che poi nel 2009 sono stato assolto) Ho pagato! Ho sofferto! Sono tornato! Nel 2014 non può essere fatta una norma, di fatto RETROATTIVA, che vieta il tesseramento per chi avuto a che fare con la giustizia sportiva, tutti, indistintamente, tutta erba un fascio, squalificati a vita con gente che ha preso 7 mesi. NON CI STO!

Se poi il Presidente è rimasto piccato per il mio cartello “La FCI mi DISCRMINA”, è vero! Ma non sono io a dirlo ma l’art 7 della Convenzione Europea dei Diritti dell’uomo: “Nulla poena sine lege”!

Nessuno può essere condannato per una azione o una omissione che, al momento in cui è stata commessa, non costituiva reato secondo il diritto interno o internazionale. Parimenti, non può essere inflitta una pena più grave di quella applicabile al momento in cui il reato è stato commesso.

Abbiamo dei diritti che ci spettano per il semplice fatto che siamo nati. Sono intriseci nella natura umana, inalienabili, riconosciuti per diritto Sovra-Costituzionale. Sono i DIRITTI UMANI nonché Diritti riconosciuti dallo stesso Statuto Federale. Chiunque ce li nega commette un reato.

 

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

FRECCIA VALLONE: ALAPHILIPPE SPIANA IL MURO DI HUY. BRAVO ULISSI TERZO

Julian Alaphilippe ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva alla Freccia Vallone: il portacolori della Deceuninck-Quick …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *