SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
INBICI STORE BANNER TOP NERO
Home > G News > CROAZIA CON INBICI HOLIDAY: PEDALANDO A PICCO SUL MARE

CROAZIA CON INBICI HOLIDAY: PEDALANDO A PICCO SUL MARE

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Noi di InBici non scopriamo di certo oggi la Croazia, né tantomeno l’Istria. Come testata giornalistica, in passato siamo stati invitati più volte dall’ente nazionale del turismo croato a partecipare a diversi tour organizzati per la stampa, per far conoscere il più possibile il cicloturismo in queste zone. Non solo: la nostra testata collabora ormai da tanti anni con la Granfondo Nevio Valcic, prova Jolly del circuito amatoriale InBici Top Challenge, e collabora anche con la Istria Granfondo, che si svolgerà nel mese di ottobre. Per la prima volta, però, il nostro Gruppo Editoriale è riuscito ad organizzare un vero e proprio training camp per ciclisti in Istria, regione nella quale le usanze croate si fondono con quelle italiane. 

Il nostro punto di partenza è stato il Bi Village di Fasana, struttura perfetta per ospitare i cicloturisti e non solo: all’interno c’è una zona campeggio e ci sono dei bungalow bilocali e trilocali, con ampie zone per la ristorazione e il divertimento. 

La zona di Fasana e dintorni è piena di baie, insenature, luoghi nascosti, ma è anche un terreno molto allenante per tutti, visto che il territorio non è per niente piatto. Il bello della Croazia, per il ciclista, è che la pianura non esiste: si sale e si scende continuamente, senza respiro, lungo strade interne che ci fanno capire quale è il vero volto del Paese. Luciano Valcic, la nostra guida per questa vacanza targata InBici, da buon ex corridore e da ciclista fortemente appassionato, conosce bene le esigenze di tutti: ci sono amatori che vogliono allenarsi tanto, altri ciclisti che invece si accontentano della semplice passeggiata. I percorsi da lui sapientemente disegnati riescono davvero ad accontentare tutti.

Anche in Croazia, come in Italia, il dibattito sulla sicurezza stradale e sulla convivenza tra ciclisti e automobilisti è molto aperto. I ciclisti hanno paura, gli automobilisti hanno fretta, e da questa duplice situazione possono nascere degli incidenti molto gravi. La fortuna della Croazia è che ci sono molte strade poco trafficate, dove è possibile pedalare prestando attenzione ma senza l’assillo di doversi guardare sempre intorno per vedere se c’è qualche automobilista indisciplinato. I percorsi da noi affrontati sono stati studiati proprio perché non c’è molto traffico, e soprattutto ci sono dei panorami eccezionali. 

InBici è riuscita ad avere grande visibilità anche tra le istituzioni e la stampa locale: dopo l’ultimo allenamento, i partecipanti al camp sono stati invitati a prendere parte a uno shooting fotografico nel centro di Fasana, dove siamo stati accolti dalla direttrice dell’ente del turismo, Melita Perokovic, che ha applaudito alla nostra iniziativa. All’aperitivo che ci è stato offerto, insieme a lei e alla fotografa, è stata presente anche la famiglia Valcic, che ha svolto il ruolo di guida turistica durante le nostre uscite in bici. 

Articolo a cura di Carlo Gugliotta – foto a cura di Sandra Novaković Milašinčić

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
Banner archivio Blog - Shimano
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *