Sfondo Assos
SFONDO COSMOBIKE
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > gn > DAMIANO CUNEGO: “RIMANGO NEL CICLISMO E FARÒ ANCHE IL PERSONAL TRAINER”
Damiano Cunego (ITA - Nippo - Vini Fantini) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

DAMIANO CUNEGO: “RIMANGO NEL CICLISMO E FARÒ ANCHE IL PERSONAL TRAINER”

 

Con il campionato italiano di ieri si è conclusa la lunga carriera di Damiano Cunego.

 

Il corridore veronese in più di vent’anni di carriera ha saputo togliersi enormi soddisfazioni, come il Giro d’Italia del 2004 e le tre vittorie al Lombardia. Doveroso da parte nostra intervistarlo per sapere le sue impressioni e il suo futuro.

Quindi alla fine è giunto il momento…

“Ora, terminato il campionato italiano, posso andare in pensione dalla bicicletta molto sereno perché ho pianificato bene il mio futuro. Logicamente mi dispiace lasciare il ciclismo dopo più di venti anni di carriera ma sono sereno”.

Cosa ti ricorderai della tua esperienza da professionista?

“Sicuramente ricordo volentieri le mie prime vittorie. Penso al campionato del mondo tra gli juniores, al Giro d’Italia e ai Giri di Lombardia. Ma ripenserò anche a tutte le esperienze che ho vissuto. Il ciclismo mi ha dato la possibilità di girare il mondo intero, sono stato in Asia, in America e in Australia. Difficilmente le persone, se non per lavoro, riescono a visitare questi posti lontani”.

E il Giro del 2004?

“È stato emozionante. Conquistare la maglia rosa quando ero così giovane è stato molto importante per la mia carriera. Il Giro d’Italia mi ha fatto conoscere al grande pubblico e sicuramente quella rimarrà la mia vittoria più bella”.

In più di vent’anni come è cambiato questo ciclismo?

“È cambiato tantissimo, un po’ come tutta la società. Ho notato che negli ultimi anni si va sempre più veloce, c’è una ricerca di materiali innovativi quasi esasperata. Ammetto che si fa molta fatica perché richiede soprattutto di mettere in gioco le doti mentali. Penso che oggi il ciclismo sia molto più difficile da praticare rispetto a quando ho iniziato. L’Italia per fortuna ha molti giovani talenti che regaleranno parecchie soddisfazioni”.

E il futuro di Damiano Cunego?

“Io sarò sempre presente nel ciclismo. Ora intraprenderò la strada del personal trainer per molti sport, con corsi di spinning e fitness. L’anno prossimo sarò anche in una palestra a Lugano dove seguirò i ciclisti che faranno la preparazione invernale”.

 

A cura di Davide Pegurri –iNBiCi magazine

Condividi
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

NIBALI PRONTO AL DEBUTTO STAGIONALE, SLONGO: “GIRO E TOUR, SI PARTE SENZA FRETTA”

Paolo Slongo fa il punto sulla preparazione di Vincenzo Nibali: il capitano del Team Bahrain …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *