SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > gn > FROOME, CHE BORDATA A GIANNI BUGNO: “NON ESISTE UN’ORGANIZZAZIONE CHE TUTELI DAVVERO I CORRIDORI”

FROOME, CHE BORDATA A GIANNI BUGNO: “NON ESISTE UN’ORGANIZZAZIONE CHE TUTELI DAVVERO I CORRIDORI”

Gianni Bugno è stato rieletto ieri alla presidenza del CPA, il sindacato mondiale dei corridori, battendo il proprio concorrente David Miller. A sollevare critiche nei confronti del sistema di elezione del CPA è uno dei corridori più forti al mondo, Chris Froome, vincitore di 4 Tour de France, una Vuelta e un Giro d’Italia.

“Per come stanno oggi le cose, non esiste una vera organizzazione capace di difendere i diritti dei corridori – spiega il corridore britannico a Velonews – anche perché ho visto Bugno una sola volta in dieci anni. Questo la dice lunga sulla situazione di noi corridori. Secondo Froome, il problema starebbe nel sistema di votazione, in quanto i corridori hanno potuto votare solo se erano materialmente presenti a Innsbruck. Di conseguenza, hanno potuto esprimere la propria preferenza solo i corridori che devono affrontare il mondiale.

Mentre David Millar sta valutando l’idea di fare ricorso, Froome parla di un sindacato sempre più lontano dai bisogni reali dei corridori, i quali stanno pensando di farsi sentire attraverso dichiarazioni pubbliche.

 

A cura di Carlo Gugliotta, inviato a Innsbruck per InBici Magazine

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

ULTIMO CHILOMETRO: VALERIO PIVA, VITTORINO VITTORINI E DAVIDE PEGURRI NELLA PUNTATA DI MARTEDI

Come ogni martedì torna l’appuntamento con Ultimo Chilometro, il programma radiofonico interamente dedicato al mondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *