SFONDO ASSOS
GSG CUSTOM BANNER TOP
GSG SAMMER PROMOTION BANNER TOP
GSG SCONTO BANNER TOP
Home > G News > FROOME: “SENZA RADIO E SENZA MISURATORE DI POTENZA VINCEREBBE LO STESSO IL PIU’ FORTE”
Foto Fabio Ferrari - LaPresse 27/05/2018 Roma (Italia) Sport Ciclismo Giro d'Italia 2018 - edizione 101- tappa 21 ROMA - ROMA Nella foto: FROOME Chris (GBR) (TEAM SKY) vincitore Giro D'Italia Photo Fabio Ferrari - LaPresse May 27, 2018 Roma (Italy) Sport Cycling Giro d'Italia 2018 - 101th edition - stage 21 ROMA - ROMA In the pic: FROOME Chris (GBR) (TEAM SKY) winner of Giro d'italia

FROOME: “SENZA RADIO E SENZA MISURATORE DI POTENZA VINCEREBBE LO STESSO IL PIU’ FORTE”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


A poche ore dalla presentazione ufficiale del Giro d’Italia 2019, Chris Froome ha rilasciato un’intervista molto interessante ad Andrea Berton di Gazzetta Tv, nella quale ha parlato del dominio del Team Sky nel corso degli ultimi anni nei grandi giri: “vogliono abolire in corsa il misuratore di potenza e le radio? Possiamo farlo, però questo non cambia i valori in campo. Non vinciamo perché usiamo le radio o il misuratore di potenza, vinciamo perché siamo ben preparati”.

Froome sarà uno degli ospiti d’onore alla presentazione del Giro, ma non ha ancora deciso quali gare affronterà nel 2019: “Quando guardo la presentazione dei percorsi dei grandi giri mi soffermo sui chilometri a cronometro e sul numero di arrivi in salita. Questi devono essere bilanciati, né troppi a cronometro e né troppi in salita. Se sono ben bilanciati si riesce ad avere un vincitore che possa andar bene su tutti i percorsi”.

Riguardo la possibile doppietta Giro-Tour, Froome spiega: ” La doppietta non è impossibile. Quest’anno era molto difficile perché non ho preso parte solo al Giro e al Tour, ho fatto 4 grandi giri consecutivi partendo dal Tour e dalla Vuelta 2017. Di conseguenza al Tour ho pagato questi grandi sforzi, ma credo sia possibile fare una doppietta Giro-Tour, anche perché sono già riuscito a fare quella Tour-Vuelta. Per i tifosi di ciclismo il Giro è la corsa più bella, il Tour ha un seguito enorme ed è una corsa grandissima. Sono gare molto diverse l’una dall’altra”. 

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

 

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
Banner archivio Blog - Shimano
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *