SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > G News > GIRI IN BICI DI MASSIMO 50 KM IN BELGIO. EVENEPOEL: “NE FAREMO DUE”
Volta ao Algarve 2020 - 46th Edition - 2nd stage Sagres - Alto da Foia 183,9 km - 20/02/2020 - Remco Evenepoel (BEL - Deceuninck - Quick Step) - Maximilian Schachmann (GER - Bora - Hansgrohe) - photo Nico Vereecken/PN/BettiniPhoto©2020

GIRI IN BICI DI MASSIMO 50 KM IN BELGIO. EVENEPOEL: “NE FAREMO DUE”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Il Governo belga, tra le misure prese per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, ha imposto la regola secondo la quale sarà possibile fare dei giri in bicicletta, anche per i cicloamatori, ma potranno essere lunghi al massimo 50 km. Nei regolamenti resi noti dal governo non si fa una distinzione tra professionisti e amatori.

DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
Banner archivio Blog - Shimano
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

Sinceramente, non mi sento a mio agio quando vado a fare shopping – spiega il corridore della CCC, Greg Van Avermaet – ma quando vado in bicicletta mi alleno da solo e vedo che tutti rispettano la regola di restare soli”.

Team CCC 2019 – Press Conference – Denia – Spain – 14/12/2018 – Greg Van Avermaet – Jim Ochowicz (BEL – CCC Team) – photo Gregory van Gansen/BettiniPhoto©2018

Più diretta è la reazione di Remco Evenepoel, il baby fenomeno della Deceuninck-QuickStep: “Dovrò fare due giri! Questa regola è giusta, ma non per i ciclisti professionisti. Speriamo che possano fare regole diverse per noi. Siamo professionisti, dobbiamo pedalare. Vietare a un professionista di allenarsi sarebbe una delle regole più stupide”.

Oliver Naesen ha invece lamentato il fatto di essere stato insultato su Strava per i suoi allenamenti da persone che vivono in altre parti del mondo. Queste le parole del portacolori della AG2R La Mondiale: “Io continuerò ad attenermi alle regole del Belgio. Visto che dovrò fare sempre lo stesso percorso, lo ripeterò più volte”.

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
Banner archivio Blog - Shimano
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *