MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
BANNER CICLOPROMO MAXXIS HR BANNER TOP
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP

GIRO. ANALISI DELLA QUATTORDICESIMA TAPPA: SAN VITO AL TAGLIAMENTO – MONTE ZONCOLAN


La quattordicesima tappa sarà fondamentale per la conquista della Maglia Rosa.

 

Neppure un metro di pianura, si parte da San Vito al Tagliamento e, in una continua ascesa, si arriva al mitico Zoncolan, dopo 186 km. In questa frazione, senza ombra di dubbio, vedremo i big darsi battaglia. Probabilmente capiremo chi non può vincere il Giro.

 

Percorso – Tappa impegnativa di montagna con un finale durissimo. Saranno cinque i GPM di giornata. Prima di raggiungere la Carnia si scalano il Monte di Ragogna (primi 2,5 km sempre oltre il 10% fino al 16%) e la più dolce salita di Avaglio. In seguito si percorre la strada per Paularo dove inizia il Passo Duron, salita molto breve con tratti attorno al 18%. In seguito si scalerà la Sella Valcalda prima di arrivare a Ovaro, dove comincia l’ascesa finale. Il Monte Zoncolan è considerato la salita più dura d’Europa: 10 km al 12% di media con punte del 22%.

Storia e curiosità – Partenza dalla cittadina di San Vito al Tagliamento. Il ciclismo si lega a questo paese con la Coppa San Vito, classica del C.C. Stefanutti che si organizza dal 1923. Lo Zoncolan, sede di arrivo di questa frazione, è sempre stato uno spettacolo con molteplici valenze emozionanti. Nel 2007 il successo del trentino Gilberto Simoni, che ribadiva così la sua vittoria precedente, nel Giro 2003, allo Zoncolan scalato dal versante di Sutrio. Nel 2010 arriva primo in vetta Ivan Basso, mentre l’anno successivo è la volta dello spagnolo Igor Anton. Nel 2014 invece vince l’australiano Michael Rogers. Dobbiamo dare il merito della prima apparizione dello Zoncolan in gare di ciclismo alle donne. Il Giro d’Italia femminile nel luglio 1997 ha posto qui un traguardo di tappa con la vittoria di Fabiana Luperini.

Possibili favoriti – In questa frazione i capitani, che puntano alla vittoria finale, si daranno battaglia e saranno i grandi favoriti. Tuttavia, a causa della presenza di numerosi GPM, una fuga da lontano potrebbe giungere ai piedi della ascesa finale con un margine sufficiente per giocarsi la tappa. I favori del pronostico ovviamente vanno tutti a Simon Yates. La maglia rosa, fino ad ora, ha dimostrato una condizione strepitosa e sarà difficile recuperare i secondi di svantaggio, anche in una tappa così impegnativa. I primi a dare battaglia saranno sicuramente Domenico Pozzovivo e Thibaut Pinot che, a differenza di Tom Dumoulin, non possono aspettare la cronometro di martedì. A tal proposito, sembra in crescita anche la condizione dell’olandese che sarà l’osservato numero uno da Simon Yates. Chris Froome e Fabio Aru sono chiamata a dar un segnale di ripresa proprio in questa tappa. Alcuni nomi caldi: Chris Froome – Fabio Aru – Thibaut Pinot – Tom Dumoulin – Miguel Angel Lopez – Domenico Pozzovivo – Giulio Ciccone – Simon Yates.

 

A cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER NEWS 5
SCOTT BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *