SFONDO ASSOS SFONDO COSMOBIKESfondo Assos
martedì , 21 agosto 2018
TOP Shimano
ITALIA BIKE FESTIVAL - TOP
Assos Top
Home > gn > GIRO DI COMMENTI – YATES UCCIDE TUTTI. TRANNE DUMOULIN E PINOT

GIRO DI COMMENTI – YATES UCCIDE TUTTI. TRANNE DUMOULIN E PINOT

Condividi

Simon Yates si sta comportando come un autentico tiranno in questo Giro d’Italia, ma fa bene a fare così: non ha la maglia rosa in pugno, perchè qualcosa può sempre succedere da un giorno all’altro (ne sa qualcosa il proprio compagno di squadra Esteban Chaves), e soprattutto perchè siamo solo a metà della corsa rosa.

La supremazia mostrata dal britannico è schiacciante, al punto tale che gli altri uomini di classifica non sono mai riusciti ad inventarsi una tattica per metterlo in difficoltà. 

Yates, almeno in teoria, ha solo la cronometro contro di lui. Ma un punto interrogativo è da mettere anche sulla tappa dello Zoncolan e su quella del giorno dopo a Sappada, se non altro perchè è vero che al Tour de France è riuscito a conquistare ottimi piazzamenti nelle tappe di montagna, ma quelle del Giro sono molto diverse da quelle della corsa francese, e qui parliamo della salita più dura d’Europa, che può essere indigesta non solo a lui ma anche a molti altri.

In tutto questo c’è da dire che Tom Dumoulin sta crescendo sempre più di condizione: 47” di distacco tra Yates e l’olandese non sono né troppi né pochi, ma la cosa che ha impressionato di più quest’oggi è stata la bella pedalata che il capitano della Sunweb aveva in salita; non come quella di Yates, ma è+ sicuramente molto più buona di quella mostrata a Campo Imperatore, che nemmeno era andata poi così male.

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

Yates sta vincendo controllando sempre la corsa, merito di una squadra fortissima, però ancora non è incappato in situazioni critiche che potrebbero verificarsi nella terza settimana. Anche Thibaut Pinot sta facendo un gran bel Giro, e le prossime salite potrebbero essere davvero adatte a lui.

L’Italia si deve aggrappare (per fortuna) a Domenico Pozzovivo, che anche oggi non è andato male, ma questo Yates sta davvero attraversando la forma della vita. E ormai poco conta che Fabio Aru abbia superato in classifica Chris Froome, visto che il suo ritardo è ormai superiore ai 3 minuti. Cosa può inventarsi Fabio se fino ad oggi ha dimostrato di non essere in una buona condizione di forma?

 

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

ANCHE LA GREEN FONDO PAOLO BETTINI FARA’ PARTE DELL’INBICI TOP CHALLENGE 2019

CondividiNel 2019 la Green Fondo Paolo Bettini si riconferma prova del circuito InBici Top Challenge. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *