GSG.COM  SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Marino Amadori (Team Italy ) - photo Ilario Biondi/BettiniPhoto©2018

I TECNICI DEI DILETTANTI A DAGNONI: MARINO AMADORI DEVE RESTARE


Una petizione sostenuta dalla gran parte dei direttori sportivi degli Under23 e continental affinché rimanga quale commissario tecnico della categoria Marino Amadori, il cui contratto scadrà dopo le Olimpiadi di Tokyo, il prossimo settembre.

Lo hanno chiesto a gran voce al presidente federale Cordiano Dagnoni i tecnici presenti al Giro d’Italia Under23, che si sta correndo in questo giorni.

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SCOTT BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog

Tra i promotori dell’iniziativa, assolutamente trasversale e di portata storica (mai era accaduto che i tecnici di una categoria si esponessero a favore di un commissario tecnico perché venisse rinnovato il suo incarico) ci sono Matteo Provini (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo) e Daniele Calosso (Iseo Rime Carnovali) che così si sono espressi in modo congiunto: “Avevamo sentito dei rumors su eventuali cambiamenti del tecnico – confermano i direttori sportivi -. Qui al Giro d’Italia abbiamo voluto chiarire le cose sia con il commissario tecnico Davide Cassani che con uno dei nuovi tecnici che affiancano ora Dagnoni, ovvero Mario Scirea.

Per noi Marino Amadori presenta un punto fermo per tutta la categoria. E’ persona che conosce bene le nostre problematiche, conosce i ragazzi, li aiuta, li segue, molti dei nostri ragazzi, nelle varie squadre, in questi anni, grazie alle sue convocazioni, sempre e assolutamente trasversali, hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra in alcune gare all’estero o anche in Italia tra i professionisti e strappare un contratto nella categoria superiore.

©Riccardo Scanferla – Photors.it

Grazie alla collaborazione con Davide Cassani è stata data la possibilità ai ragazzi di essere seguiti nei raduni con le nazionali, essere indirizzati alla pista seguita in modo impeccabile da Marco Villa. Marino Amadori è persona equilibrata, che sa dialogare, sempre pronto ad ascoltare e dare aiuto a chi si trova anche in difficoltà o anche semplicemente nel dire ad un ragazzo di scendere di sella se non è questo il suo mestiere. I risultati negli anni ci sono stati, si è vinto un mondiale, si sono vinte corse internazionali, si sono vinti europei.

Certamente, ci sono a volte convocazioni che magari questa o quella squadra non hanno digerito ma c’è sempre stato dialogo e alla fine i fatti gli hanno dato ragione. Abbiamo fatto presente questa nostra esigenza ai vertici federali. E se davvero dovesse servire manderemo una petizione firmata da tutti i team. Qui al Giro d’Italia è bastato un giro di telefonate e di messaggi per trovarci, noi team italiani tutti d’accordo”. Pronta la risposta, con un video, del presidente Dagnoni, presente all’arrivo di Cesenatico e che ha fugato ogni dubbio: “Marino Amadori come tecnico non si discute”.

Ecco l’intervista a Cordiano Dagnoni 

 a cura di Tina Ruggeri Copyright © Inbici Magazine ©Riproduzione Riservata

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
SCOTT BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *