SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Tour de France 2018 - 105th Edition - 2nd Rest Day - 23/07/2018 - Patrick Lefevere (BEL - CEO - QuickStep - Floors) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2018

IL TEAM MONTI NAVIGA NELL’INCERTEZZA

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Purtroppo, nel ciclismo di oggi, le certezze sono davvero poche per squadre e corridori. Ma se parliamo di incertezza anche nel Team Monti, squadra Continental che nasce come vivaio della Deceuninck-QuickStep, la notizia diventa molto importante.

Sulle pagine del sito web olandese Wieleflits, si parla di grande incertezza all’interno della squadra di patron Tony Monti, il quale, qualche giorno fa, aveva spiegato che la sua squadra sta avendo dei ritardi a causa di alcuni problemi legati alla Brexit, situazione che non gli ha permesso di ricevere per tempo alcuni capitali che dovevano essere destinati alla squadra.

Proprio oggi, con un post su Facebook, Tony Monty ha postato lo screenshot della pagina web del sito della Federazione Ciclistica Italiana, dove si vede che il Team Monti è regolarmente registrato.

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog

Proprio su Wieleflits, è però intervenuto Patrick Lefevre, team manager della Deceuninck-QuickStep, che ha spiegato: “Non so bene cosa stia accadendo, ma non voglio correre rischi e ho fermato le consegne del materiale tecnico. Ho ordinato biciclette, abbigliamento, caschi e occhiali. Visto che mi devono ancora pagare le fatture, ho chiesto al fornitore di abbigliamento Vermarc di interrompere le consegne. Ho già sostenuto costi compresi tra 150.000 e 200.000 euro: non voglio andare oltre. E’ un peccato, perché la squadra sembrava davvero solida: se avessi un milione di euro in contanti farei io la squadra vivaio, ma purtroppo non li ho. Mi dispiace per i ragazzi: non sarà facile per loro trovare una sistemazione a gennaio”.

jakob-dorigoni-jpg
Jakob Dorigoni, ingaggiato dal Team Monti per il 2020

La situazione è quindi davvero complicata: da una parte vi è Tony Monti, che rassicura tutti continuamente e continua ad affermare che non ci sono problemi con la squadra, dall’altra Patrick Lefevre, che ha bloccato la consegna del materiale. Chi rischia di andarci di mezzo, in tutta questa situazione, sono i corridori, molti dei quali italiani: la squadra ha ingaggiato il campione d’Italia di ciclocross Jakob Dorigoni, il figlio d’arte Stefano Museeuw, figlio di Johan, e altri talenti come Tommaso Bramati, Luca Colnaghi e Michele Gazzoli.

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *