MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
BANNER CICLOPROMO FIVE BANNER TOP
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP

ILARIA RINALDI, LE IPOTESI DELLA MORTE MISTERIOSA


La Procura di Firenze ha aperto un fascicolo per far luce sulla misteriosa morte di Ilaria Rinaldi, l’ex professionista 33enne trovata senza vita lunedì mattina nella sua abitazione di Giambassi Terme (Firenze).

Un “atto dovuto”, precisano dalla Procura, in attesa delle risultanze dell’esame autoptico che, con ogni probabilità, stabilirà le cause del decesso. Il corpo di Ilaria si trova attualmente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria nell’obitorio dell’ospedale fiorentino di Careggi.

Dalle prime indiscrezioni, si apprende che non ci sarebbero segni visibili di violenza sul corpo di Ilaria. Un dettaglio che avvalorerebbe l’ipotesi della morte in seguito ad un malore o, forse, cagionata da un gesto estremo.

Va detto che la Rinaldi – ex campionessa italiana di ciclocross Under 23 nel 2007 e vincitrice di numerose granfondo – svolgeva regolare attività fisica e dunque, sul piano medico, si suppone godesse di buona salute. In ogni caso, anche dopo la morte del calciatore Davide Astori, anche l’ipotesi del decesso per cause naturali verrà approfondita in maniera scrupolosa.

Tutta da verificare, invece, l’ipotesi del gesto estremo. Di certo si sa che Ilaria aveva interrotto da un paio di mesi una relazione sentimentale, una storia – ricordano gli amici – che l’avrebbe segnata pesantemente come si evince dagli ultimi messaggi postati sulla sua pagina facebook (subito cancellata dopo la morte).

Ilaria, che subito dopo l’abbandono del professionismo (nel 2010) era stata dipendente in uno studio grafico, da qualche tempo lavorava proprio nel negozio di biciclette di proprietà dell’ex fidanzato. La conclusione della relazione, dunque, per lei aveva significato non solo la fine della storia d’amore, ma anche l’interruzione della sua occupazione. Tutte situazioni che saranno valutate, in sede d’indagine, dall’inchiesta della Procura Fiorentina.

Sul tavolo degli inquirenti anche la condanna per doping che le era stata inflitta dopo il titolo tricolore del 2007 per la positività al testosterone riscontrata in una gara di ciclocross Under 23 che si era svolta a Zeulenroda in Germania.

 

Shimano Banner archivio Blog
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SCOTT BANNER NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
KTM AERO BANNER NEWS 5

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *