SFONDO COSMOBIKE
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
Sfondo Assos
TOP Shimano
Home > gn > INNSBRUCK 2018 – DONNE ELITE, UN’ALTRA SFIDA ITALIA-OLANDA
2018 UCI Road World Championship Innsbruck - Tirol - Training - 25/09/2018 - Elisa Longo Borghini (Italy) - Tatiana Guderzo (Italy) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

INNSBRUCK 2018 – DONNE ELITE, UN’ALTRA SFIDA ITALIA-OLANDA

Le ragazze di Dino Salvoldi sono pronte a regalare spettacolo. La nostra nazionale non riesce a conquistare una medaglia dal 2013, ma è anche vero che in tutti questi anni le nostre ragazze sono sempre andate vicinissime al podio. E ora, ad Innsbruck, ci sono tutti i presupposti per poter tornare di nuovo a calcare il palcoscenico delle premiazioni. 

La nazionale azzurra si presenta al via come una delle più forti. Non ci sono solo i nomi più accreditati, come quelli di Elisa Longo Borghini, Elena Cecchini e Tatiana Guderzo, già campionessa del mondo nel 2009. Al loro fianco ci sono stante altre ragazze giovani e di prospettive interessanti: Sofia Bertizzolo, autrice di una grandissima stagione in campo internazionale; Erica Magnaldi, fortissima scalatrice; Soraya Paladin, capac e di andare forte su tutti i terreni, ed Elena Pirrone, iridata lo scorso anno tra le Juniores. 

L’Italia arriva inoltre con il vento in poppa dopo aver vinto l’Europeo con Marta Bastianelli. In quella circostanza la nostra nazionale è riuscita a battere l’Olanda, che domani schiererà al via uno squadrone non da poco. Insieme alla campionessa del mondo uscente, Chantal Blaak, ci sono Lucinda Brand, Anna Van Der Breggen, Ellen van Dijk ed Annemiek van Vleuten. Tutti nomi temibili, tutte avversarie molto forti. Ed ecco quindi delineati gli schieramenti: il duello principale sarà tra le azzurre e le orange. 

Attenzione però anche agli Stati Uniti: Megan Guarnier e Coryn Rivera sono due avversarie molto agguerrite, così come le australiane, capaci di farsi trovare pronte sempre al momento giusto. Un’altra nazionale molto forte sulla carta è anche la Polonia, con Malgorzata Jasinska, Katarzynka Niewiadoma e Anna Plichta che potrebbero essere delle ottime pedine su questo percorso. 

Il sogno è quello di vedere ancora una volta l’azzurro sul podio: senza dubbio le ragazze di Salvoldi sapranno animare la corsa e mettere in piedi una tattica vincente. 

 

A cura di Carlo Gugliotta, inviato a Innsbruck per InBici Magazine

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

IN BICI SENZA CAMPANELLO? HAI TORTO IN CASO DI INCIDENTE

Chi è vittima di un incidente in bicicletta ha la colpa se il proprio mezzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *