SFONDO ASSOS Sfondo Assos SFONDO COSMOBIKE
Assos Top
TOP Shimano
Home > gn > INNSBRUCK 2018: E SE FOSSE L’ANNO DI ALAPHILIPPE?
Credit photo Stefano Spalletta

INNSBRUCK 2018: E SE FOSSE L’ANNO DI ALAPHILIPPE?

Condividi

La Francia ha già fatto il massimo al mondiale di calcio che si è disputato quest’anno in Russia, portando a casa la coppa del mondo. Ma per i transalpini la festa potrebbe – perchè no? – anche essere raddoppiata: ad oggi, Julian Alaphilippe può essere considerato uno dei principali pretendenti per la conquista della maglia iridata.

 

Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

Dopo il Tour de France, durante il quale ha vinto due tappe di alta montagna e ha conquistato la maglia a pois a Parigi, il corridore della Quick Step Floors ha vinto la Clasica San Sebastian e si è portato a casa la classifica generale del Tour of Britain. Non bisogna inoltre dimenticare che in questa stagione Alaphilippe ha già vinto la Freccia Vallone, interrompendo il dominio assoluto di Alejandro Valverde in questa corsa, ed è arrivato quarto alla Liegi-Bastogne-Liegi.

Alaphilippe ha 26 anni, ed è quindi nell’età giusta per conquistare un successo molto importante. Di sicuro il francese non ha paura delle salite, visto che al Tour è riuscito a trionfare sia sulle Alpi che sui Pirenei, e sta attraversando uno stato di forma davvero ottimo. Bisognerà capire se un chilometraggio lungo come quello di un mondiale può essere adatto alle sue caratteristiche, ma di sicuro, ad oggi, il corridore della Quick Step Floors può essere inserito tra i principali favoriti per la conquista della maglia iridata.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

MOBILITÀ SOSTENIBILE A SERVIZIO DELLA CITTÀ

CondividiL’integrazione tra mobilità ciclabile e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale di Roma sta diventando …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *