SFONDO ASSOS
lunedì , 23 Settembre 2019
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER TOP
Home > gn > JUMBO-VISMA, DS E MECCANICO SI FERMANO A FARE I BISOGNI MENTRE ROGLIC CADE IN DISCESA

JUMBO-VISMA, DS E MECCANICO SI FERMANO A FARE I BISOGNI MENTRE ROGLIC CADE IN DISCESA


Ha dell’incredibile quello che è accaduto oggi a Primoz Roglic: il corridore della Jumbo-Visma è stato costretto a pedalare con la bici di un compagno di squadra fino al traguardo, in quanto è stato prima vittima di un problema al deragliatore della propria bici. Guidare con una bici che non ha le stesse misure di quella con la quale si corre in genere può creare dei grossi problemi, ed è per questa ragione che lo sloveno, in seguito, è caduto.

Secondo quanto riportano fonti olandesi, l’ammiraglia della Jumbo-Visma sarebbe stata impossibilitata a dare la bici di scorta a Roglic in quanto il direttore sportivo e il meccanico si sono fermati a fare dei bisogni fisiologici. Per questo motivo, Roglic ha dovuto prendere la bici del proprio compagno Antwan Tolhoek e arrivare fino al traguardo con essa.

Il direttore sportivo Addy Engels spiega: “Pensavamo di poter fermare l’ammiraglia dato che avevano appena dato la borraccia e i gel a Roglic. Proprio in quel momento, c’è stata una caduta nel suo gruppo, che ha coinvolto anche Iván Ramiro Sosa, così la bici di Primoz è stata toccata e il cambio non funzionava più, così Tolhoek gli ha passato la bici”.

Roglic e l’altro direttore sportivo della Jumbo-Visma, Jan Boven, sono stati entrambi multati di 200 franchi svizzeri ciascuno per rifornimento irregolare, in quanto lo sloveno è rimasto vistosamente attaccato per lungo tempo alla borraccia mentre la prendeva dalla macchina.

 

Da Como, Carlo Gugliotta per InBici Magazine

ISTRIA Granfondo banner blog
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
Banner archivio Blog - Shimano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *