LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
TOP Shimano
Home > gn > L’EX DOPATO LANDIS FA UNA SQUADRA, GLI ALTRI TEAM FANNO FATICA. COSA BISOGNA FARE?

L’EX DOPATO LANDIS FA UNA SQUADRA, GLI ALTRI TEAM FANNO FATICA. COSA BISOGNA FARE?

E’ ormai ufficiale da diverso tempo che Floyd Landis aprirà una squadra americana di livello Continental, nella quale i corridori affronteranno alcune gare professionistiche e alcune manifestazioni per Under 23. Dei corridori molto giovani potranno crescere sotto l’ala protettrice di chi in passato ha corso con Lance Armstrong, della persona alla quale è stato revocato il Tour de France 2006, che resta ancora senza vincitore.

Ora Floyd Landis, dopo essere stato parte della squadra di Armstrong, ha incassato dei soldi e ha deciso di investirli in una squadra. Per carità, adesso questi ragazzi americani avranno un’opportunità di conoscere il ciclismo che conta, seppur con un personaggio molto discusso (e a questo proposito, mi domando: quali saranno gli insegnamenti?).

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

Il problema è che mentre Landis si è prima dopato, poi ha vinto un Tour de France che gli è stato revocato, poi si è pentito, poi ha collaborato e infine ha trovato i soldi per fare una squadra.

Altri team manager, che lavorano ogni giorno con la massima disciplina, devono sempre fare i conti con il budget e devono fare i salti mortali per mandare avanti il proprio team.

Insomma, gli ex cattivi diventano buoni, e i buoni diventano miserabili.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

GIOIA BARDIANI-CSF ALLA TIRRENO-ADRIATICO: MAESTRI HA VINTO LA MAGLIA ARANCIONE

L’impresa è riuscita: Mirco Maestri ha vinto la classifica a punti della Tirreno-Adriatico 2019 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *