SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Home > G News > L’UCI INDAGA SUGLI OGGETTI TOLTI DALLA TASCA DI EVENEPOEL. LEFEVRE: “SIAMO INDIGNATI”
Il Lombardia 2020 - 114th Edition - Bergamo - Como 231 km - 14/08/2020 - Crash - Remco Evenepoel (BEL - Deceuninck - Quick Step) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2020

L’UCI INDAGA SUGLI OGGETTI TOLTI DALLA TASCA DI EVENEPOEL. LEFEVRE: “SIAMO INDIGNATI”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


“Siamo semplicemente indignati per l’indagine che sta conducendo l’Unione Ciclistica Internazionale sulle immagini dopo la caduta di Remco Evenepoel”. A dichiararlo è Patrick Lefevre, team manager della Deceuninck-QuickStep. Il giovane talento belga è caduto sulla discesa di Sormano lo scorso 15 agosto, mentre stava affrontando Il Lombardia. Dopo la caduta, secondo quanto si vede dalle immagini, il direttore sportivo Davide Bramati si è avvicinato ad Evenepoel e gli ha tolto delle cose dalla tasca posteriore, infilandosele nella propria.

Il video ha fatto decisamente clamore, al punto tale che l’Unione Ciclistica Internazionale ha deciso di aprire un’indagine per capire cosa avesse Remco nel momento della caduta. Davide Bramati ha affermato: “Non so cosa dire. In quel momento ho pensato di dover prendere le cose dalle tasche di Remco perché poco dopo avrebbe dovuto essere messo su una barella. Così ho preso la sua radio, le barrette, il gel e gli zuccheri e me li sono messi in tasca”.

ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Patrick Lefevre è ancora più diretto: “Non abbiamo mai utilizzato nulla di illegale. Non abbiamo mai fatto uso di Tramadol. Cosa dovremmo nascondere? Molti corridori utilizzano delle borracce finali, ma cosa c’è dentro? Solo dell’acqua, della Coca Cola, delle vitamine o del caffè. Molti di loro preferiscono bere qualcosa nel finale piuttosto che utilizzare gel, che sono appiccicosi. Purtroppo quando si parla di borraccia finale tutti pensano alle sostanze dopanti che si utilizzavano in passato, ma noi non ne facciamo uso”.

Il Lombardia 2020 – 114th Edition – Bergamo – Como 231 km – 14/08/2020 – Remco Evenepoel (BEL – Deceuninck – Quick Step) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2020

A questo punto, però, resta da capire se l’UCI abbia intenzione di indagare anche sulla messa in sicurezza della discesa del Muro di Sormano, visto che Remco è solo uno dei tanti corridori caduti lungo quella strada.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *