MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
Home > G News > L’UCI “SALVA” IL TOUR DE FRANCE, MA LE ALTRE CORSE DOVE SONO?
Tour de France 2019 - 106th Edition - 21th stage Rambouillet - Paris 127 km - 28/07/2019 - Egan Bernal (COL - Team INEOS) - Champs Elysees - photo Peter De Voecht/PN/BettiniPhoto©2019

L’UCI “SALVA” IL TOUR DE FRANCE, MA LE ALTRE CORSE DOVE SONO?

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


L’Unione Ciclistica Internazionale ha comunicato ufficialmente le nuove date del Tour de France 2020:

BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS

si terrà dal 29 agosto al 20 settembre, e ne siamo ben felici, perché una comunicazione così importante ci fa tornare un po’ nella normalità in questi giorni così difficili per l’emergenza Coronavirus. Ma siamo davvero sicuri che si possa tornare di ritorno alla normalità?

Guarda il video: L’UCI ricolloca il Tour de France, ma gli altri eventi dove sono?

Il comunicato dell’UCI lascia spazio a molti dubbi, e non solo quello: il nuovo calendario avrà luogo solo se le condizioni sanitarie lo permetteranno. Altrimenti niente, tutto da rifare. Quello che lascia perplessi è soprattutto il fatto che l’UCI abbia specificato che gli eventi appartenenti al circuito World Tour potranno avere luogo dall’1 agosto, mentre gli altri eventi si potranno svolgere anche nel mese precedente. Per quale motivo? La sicurezza dei corridori, che possono essere contagiati dal Coronavirus, non deve essere sempre la stessa?

Tour de France 2019 – Egan Bernal (COL – Team INEOS) – Jonathan Castroviejo (ESP – Team INEOS) – Geraint Thomas (GBR – Team INEOS) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2019

In secondo luogo solo europei, mondiali e Tour de France hanno una precisa collocazione nel nuovo calendario. Tutti gli altri eventi dove sono? In primis mancano le classiche monumento, i cinque pilastri delle corse di un giorno del ciclismo mondiale. Ma mancano anche i grandi giri, perché è facile scrivere che dopo il mondiale ci saranno Giro e Vuelta, ma sarebbe anche il caso di comunicare quando. Senza considerare che il Giro d’Italia ha il problema delle tre tappe in Ungheria, che sono saltate e che devono essere ricollocate.

Insomma, i problemi sono davvero molti. Forse è stato un autogol dell’UCI comunicare così presto le nuove date del calendario del ciclismo mondiale?

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *