SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Dwars door Vlaanderen 2019 - 74th Edition - Roeselare - Waregem 182,8 km - 03/04/2019 - Mathieu Van Der Poel (NED - Team Corendon - Circus) - Anthony Turgis (FRA - Direct Energie) - photo Peter De Voecht/PN/BettiniPhoto©2019

MATHIEU VAN DER POEL TRIONFA ALLA DWARS DOOR VLAANDEREN

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Bellissima vittoria di Mathieu Van Der Poel (Corendon-Circus) alla Dwars Door Vlaanderen. Il corridore olandese è riuscito ad ottenere il successo al termine di una volata di un piccolo gruppo di cinque uomini che si era avvantaggiato sul grosso del plotone. A questo punto, l’olandese può essere definitivamente inserito tra i principali favoriti anche per il Giro delle Fiandre di domenica dopo l’ottima prova fornita anche pochi giorni fa alla Gand-Wevelgem.

“Non so se posso essere considerato il favorito per il Giro delle Fiandre – ha commentato a caldo Van der Poel ai microfoni dei giornalisti – oggi mi sono sentito bene e sono riuscito a fare una grande gara, però non so se in una classica monumento possa essere la stessa cosa. Questo è un bellissimo successo, sono molto felice”.

Per Mathieu Van Der Poel, campione del mondo in carica nel ciclocross, è il primo successo di grande prestigio nella propria carriera su strada. L’olandese ha vinto quest’anno in Turchia, al Tour of Antalya, e ha trionfato al Gp de Denain. Dopo il quarto posto ottenuto alla Gand-Wevelgem, arriva la conferma: Van Der Poel può provare a dire la sua anche al Giro delle Fiandre.

Il portacolori della Corendon-Circus è riuscito a portare via la fuga decisiva a poco più di 50 km dall’arrivo, composta da cinque uomini. L’olandese ha regolato Anthony Turgis (Direct Energie), Bob Jungels (Deceuninck-Quick Step), Lukas Postlberger (Bora-hansgrohe) e Tiesj Benoot (Lotto Soudal).

Buone notizie da Gianni Moscon: il portacolori del Team Sky è stato autore di un allungo negli ultimi chilometri di corsa, a circa 20 km dal traguardo. La sua è sembrata un’azione volta a capire quale può essere lo stato di forma in vista della gara di domenica, visto che il trentino non è riuscito ad ottenere dei risultati di spicco nelle corse belghe.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *