SFONDO ASSOS
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
Home > gn > MILANO-SANREMO 2019, IL BORSINO DEI FAVORITI
Milano Sanremo 2018 - 109th Edition - Milano - Sanremo 294 km - 17/03/2018 - Vincenzo Nibali (ITA - Bahrain - Merida) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2018

MILANO-SANREMO 2019, IL BORSINO DEI FAVORITI


In vista della Milano-Sanremo, ecco un borsino dei principali favoriti per la conquista della Classicissima di primavera. Con 5 stelle abbiamo indicato i corridori che hanno maggiori possibilità di vittoria, con una stella quelli che hanno minori chances sulla carta.

5 stelle *****: Elia Viviani, Julian Alaphilippe, Michal Kwiatkowski

4 stelle ****: Fernando Gaviria, Matteo Trentin, Dylan Groenewegen, Philippe Gilbert

3 stelle ***: Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Sonny Colbrelli, Alexander Kristoff, Davide Cimolai 

2 stelle **: Niki Terpstra, Caleb Ewan, Sam Bennett, Vincenzo Nibali, Magnus Cort Nielsen 

1 stella *: Giacomo Nizzolo, John Degenkolb, Michael Matthews, Arnaud Demare 

I favoriti principali per la conquista della Milano-Sanremo sono sicuramente i due uomini di punta della Deceuninck-Quick Step, il campione d’Italia Elia Viviani e Julian Alaphilippe, vincitore di due tappe alla Tirreno-Adriatico e della Strade Bianche. Il blocco della squadra belga sarà il faro della corsa, con uno squadrone che vede al via anche Philippe Gilbert, al quale abbiamo dato 4 stelle vista la sua classe e la sua immensa bravura nelle classiche: chissà che non possa essere l’uomo che meno ti aspetti sul traguardo di via Roma. Super favorito per la Sanremo è anche Michael Kwiatkowski, corridore che ha già vinto la Classicissima nel 2017 e che vuole ripetersi dopo una grande Parigi-Nizza. 

In seconda fascia tra i favoriti, con 4 stelle, c’è il velocista Fernando Gaviria, il quale non ha offerto prestazioni convincenti alla Tirreno-Adriatico ma che deve essere messo comunque tra i possibili vincitori visto che negli anni passati ha dimostrato grandi doti allo sprint, centrando anche una quinta posizione alla Milano-Sanremo e rimediando una caduta che gli ha compromesso di sprintare alla sua prima partecipazione. Sotto i riflettori vi è anche Matteo Trentin (Mitchelton-Scott), in quanto il campione europeo è stato autore di un grande inizio di stagione. Dylan Groenewegen (Team Jumbo Visma) è stato autore di due ottimi sprint vincenti alla Parigi-Nizza, e merita quindi di essere messo tra i principali favoriti per domani. 

Tre stelle possono essere conferite a Peter Sagan: il corridore della Bora-hansgrohe ha dimostrato di avere qualcosa in meno rispetto agli anni precedenti, ma la sua classe innata può permettergli di fare comunque una buona gara. Le stesse chances possono essere giocate da Greg Van Avermaet (CCC Team), che potrà animare la corsa con un attacco sul Poggio o sulla Cipressa, mentre Sonny Colbrelli (Team Bahrain Merida) e Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) avranno il doppio ruolo di gregari (rispettivamente di Vincenzo Nibali e di Fernando Gaviria) ma potranno anche giocarsi le proprie carte. Davide Cimolai, della Israel Cycling Academy, può provare a puntare a fare un bel piazzamento dopo le ottime due volate della Tirreno-Adriatico. 

Attenzione a Niki Terpstra (Direct Energie): è vero che è focalizzato verso le classiche del Belgio, ma questo ragazzo ha una potenza incredibile e potrebbe portare via una fuga ristretta qualora fosse in buona forma nel finale. Cale Ewan (Lotto Soudal) e Sam Bennett (Bora-hansgrohe) sono due brutti clienti per tutti in caso di arrivo in volata, mentre Vincenzo Nibali (Team Bahrain Merida) potrebbe provare a fare una bella prova dopo la vittoria dello scorso anno: di certo la fantasia e la classe non gli mancano. Per l’Astana, attenzione a Magnus Cort Nielsen, in quanto tutta la squadra sta attraversando un ottimo periodo di forma. 

Giacomo Nizzolo (Dimension Data) stringerà i denti in seguito ai postumi della caduta alla Tirreno-Adriatico, mentre John Degenkolb (Trek-Segafredo) spera in una buona prestazione, visto che la Classicissima l’ha vinta nel 2015, il suo anno magico nel quale si impose anche alla Roubaix. Attenzione anche a Michael Matthews (Sunweb) e Arnaud Demare (Groupama FDJ).

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Andalucía Bike Race BANNER BLOG
DIPA ABBIGLIAMENTO BANNER BLOG
BELTRAMI TSA BLOG NEWS
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano
Banner dentro Notizia Assos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *