MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > G News > MONOPATTINI ELETTRICI, VIA LIBERA ALLA CIRCOLAZIONE: EQUIPARATI ALLE BICI

MONOPATTINI ELETTRICI, VIA LIBERA ALLA CIRCOLAZIONE: EQUIPARATI ALLE BICI

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Dal primo gennaio 2020 è scattato il semaforo verde per i monopattini elettrici. Lo stabilisce la manovra economica 2020: questi nuovi mezzi saranno equiparati alle biciclette e quindi potranno circolare liberamente nelle città, ovviamente rispettando il Codice della Strada.

Il permesso di usare, anche in Italia, questi relativamente nuovi mezzi di locomozione arriva dopo una lunga scia di multe, anche salate: 6mila euro da Bari a Modena, passando per Brescia e Torino. E proprio il superamento del problema delle multe è stato l’obiettivo primario che sta dietro l’approvazione dell’emendamento di Italia Viva. 
Del resto basta girare un po’ per l’Europa per capire che i monopattini elettrici sono già una realtà: a Berlino, Parigi, Vienna, Lisbona, Copenaghen, Bruxelles, Praga, Helsinki, Atene, Varsavia circolano indisturbati, come pure sono diffusi negli Usa, Argentina e Brasile.

ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
Shimano Banner archivio Blog
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

A regolare la micromobilità con i monopattini elettrici era stato un decreto entrato in vigore il 27 luglio scorso, che però stabiliva che a mettere in regola i monopattini elettrici all’interno del proprio territorio dovevano essere i singoli comuni. A Milano la sperimentazione era appena partita, con il posizionamento di 130 segnali stradali nella cintura esterna più altri 80 in aree di particolare pericolosità. Ma in molte città, invece, la sperimentazione non era mai partita, a causa della mancanza di risorse per la cartellonistica, o per la pericolosità intrinseca al mezzo. 

Fonte: Quotidiano.net

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

Shimano Banner archivio Blog
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *