MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
BinckBank Tour 2017 - 7th stage Essen - Geraardsbergen 191,3 km - 13/08/2017 - Scenery - Grammont - Kapelmuur - Muur Van Geraardsbergen - photo Dion Kerckhoffs/CV/BettiniPhoto©2017

NEL 2021 IL MONDIALE NON TERMINERA’ SUL GRAMMONT. MOTIVO? UNA RICHIESTA DI 3 MILIONI…

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


La cittadina di Geraardsbergen, località delle Fiandre celeberrima nel mondo del ciclismo in quanto alla periferia sorge il Muro di Grammont, la salita-simbolo del Giro delle Fiandre, si era candidata per ospitare il mondiale del 2021, ma ha dovuto ritirare la sua candidatura in quanto era emerso il fatto che l’UCI avrebbe avanzato una richiesta economica di 3 milioni di euro per ospitare la rassegna iridata. 

L’Unione Ciclistica Internazionale ha subito voluto smentire queste voci per mano del portavoce Louis Chenaille: “Durante il processo di assegnazione di questi campionati del mondo, l’UCI ha parlato solo con un certo numero di comitati nazionali che si erano presentati. Questi comitati hanno la responsabilità di nominare città per i Campionati del Mondo e anche di determinare le esigenze di bilancio”.

La smetti è arrivata dopo le parole di Véronique Fontaine, portavoce della città di Geraardsbergen, che può contare 30000 abitanti. “È molto doloroso per noi dover abbandonare questo progetto. Sapevamo che l’UCI avrebbe chiesto una somma considerevole, ma pensavamo che ci saremmo arrivati ​​lavorando con le altre città, come Ronse e Oudenaarde (quest’ultima, sede di arrivo del Giro delle Fiandre, n.d.r.).

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

Insomma, per il 2021 ci si aspettava un mondiale fiammingo, con i muri e il pavè del Belgio. E invece svanisce l’idea di vedere i grandi delle pietre sfidarsi per la maglia iridata. Resta comunque il fatto che molti comitati organizzatori degli ultimi mondiali si sono trovati in difficoltà economiche, come Ponferrada 2014 e Bergen 2017: dopo quest’ultima edizione, in particolare, gli organizzatori hanno dovuto ricorrere al crowdfunding.

 

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *