SFONDO ASSOS
martedì , 17 Settembre 2019
INBICI STORE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER TOP NERO
Home > gn > NIKI TERPSTRA: “CHIAMATEMI LEONE OLANDESE DELLE FIANDRE. SONO PRONTO ALLA NUOVA SFIDA”
Niki Terpstra (NED - QuickStep - Floors) - photo Nico Vereecken/PN/BettiniPhoto©2018

NIKI TERPSTRA: “CHIAMATEMI LEONE OLANDESE DELLE FIANDRE. SONO PRONTO ALLA NUOVA SFIDA”


Niki Terpstra è stato al centro del ciclomercato 2018/2019: il corridore olandese, vincitore del Giro delle Fiandre e della E3 Recordman Harelbeke nel 2018, ha deciso che dal primo gennaio 2019 sarà un corridore della Direct Energie. Il team francese è una squadra molto più piccola della Quick Step, in quanto non è una World Tour ma una Professional, e può partecipare alle classiche monumento come il Fiandre solo attraverso l’invito che può arrivare dagli organizzatori.

Nonostante tutto, Terpstra è pronto ad affrontare una nuova, importante stagione: “Avrei potuto rimanere ancora alla Quick Step – spiega l’olandese – ma mi sono seduto a un tavolo con mia moglie Ramona e mi sono chiesto: se rimango ancora qui, dove potrò cercare altri stimoli nuovi? E così ho accettato l’offerta della Direct Energie. Ho accettato di correre con loro non solo per i soldi, ma anche per la nuova sfida che mi si pone davanti”.

Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
ISTRIA Granfondo banner blog
Banner archivio Blog - Shimano
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Terpstra, che è stato capace di vincere anche la Parigi-Roubaix nel 2014, è uno dei principali specialisti delle pietre, ma rifiuta l’appellativo di “Flandrien”, “Fiammingo”, appellativo che viene dato a tutti i vincitori del Giro delle Fiandre. “Piuttosto, direi che potete chiamarmi Leone olandese delle Fiandre”, spiega Terpstra, che ammette: “non conosco molto bene il francese, ma lo sto studiando perché voglio integrarmi al meglio nella nuova squadra”.

Il vincitore del Giro delle Fiandre 2018 spiega anche che “correre al fianco di Tom Boonen è stato molto importante per me. Ora che Tom si è ritirato, la squadra lavora diversamente, ma non ho mai avuto problemi a correre al suo fianco”.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Banner dentro Notizia Assos
Banner archivio Blog - Shimano
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ISTRIA Granfondo banner blog
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *