SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Home > G News > TOUR DE FRANCE, ARU: “NON HO PROBLEMI A METTERMI AL SERVIZIO DI POGACAR”
Tour Colombia 2020 - 3rd Edition - 5th Stage Paipa - ZipaquiraÕ 180,5 km - 15/02/2020 - Fabio Aru (ITA - UAE - Team Emirates) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2020

TOUR DE FRANCE, ARU: “NON HO PROBLEMI A METTERMI AL SERVIZIO DI POGACAR”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


NIZZA – Fabio Aru è pronto a vivere il Tour de France, anche se “i punti di riferimento per tutti sono pochi. Ho visto che gli avversari sono molto preparati: io ho qualcosa in meno rispetto a loro, cercherò di stare molto attento nei primi 10 giorni per poi vedere cosa posso fare”. Qui al Tour de France, il corridore della UAE Team Emirates ha ottenuto l’ultima vittoria prima di un lungo digiuno che dura dal 2017. All’epoca, Fabio era in maglia Astana, vestiva la divisa tricolore e si è imposto a La Planche Des Belles Filles. 

“In quella stagione ho ottenuto una vittoria davvero speciale – spiega Aru – sì, posso dire di avere un conto in sospeso con il Tour de France, ma è tutto diverso rispetto a come siamo abituati, anche correre a settembre sarà una novità importante perché le temperature non saranno le solite alle quali siamo abituati”. 

Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Eventualmente, il portacolori della UAE Team Emirates è disposto a mettersi a disposizione della squadra: “Non ho problemi, anzi: non mi sono mai tirato indietro quando c’è da faticare per gli altri. Se dovessi lavorare per Pogacar non sarebbe un problema. Tadej parte senza troppe pressioni perché è al suo primo Tour, ma credo che tanti di noi in squadra abbiano l’esperienza giusta per dargli dei consigli”. 

Vuelta a Burgos 2020 – 42th Edition – 2nd stage Castrojeriz – Villadiego 168 km – 29/07/2020 – Fabio Aru (ITA – UAE – Team Emirates) – photo Luis Angel Gomez/BettiniPhoto©2020

Nella conferenza stampa che precede la grande partenza del Tour, Aru risponde anche alle critiche che gli sono piovute dopo Il Lombardia e la possibilità che si era paventata, in un primo momento, che lui potesse non disputare il Tour: “Continuano tutti a chiedermi quando tornerò quello di una volta, ma questo è. Ho avuto una giornata storta al Lombardia e sembrava fosse cascato il mondo, ma non è così. Inizierò questo Tour con calma e non mi sento di parlare di obiettivi”.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *