SFONDO ASSOS
GSG SAMMER PROMOTION BANNER TOP
GSG CUSTOM BANNER TOP
GSG SCONTO BANNER TOP
Home > G News > UFFICIALE: LA SALITA DEL GAVIA NON SI FARA’: ECCO IL PERCORSO DEFINITIVO DELLA LOVERE-PONTE DI LEGNO

UFFICIALE: LA SALITA DEL GAVIA NON SI FARA’: ECCO IL PERCORSO DEFINITIVO DELLA LOVERE-PONTE DI LEGNO

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Il Giro d’Italia perde la sua Cima Coppi per il 2019. Mauro Vegni, direttore generale della corsa rosa, ha ufficializzato, in una conferenza stampa tenuta pochi minuti fa a Courmayeur, che il gruppo non transiterà sul Passo Gavia a causa del peggioramento delle condizioni meteo e del pericolo valanghe sulla strada che porta al passo. La tappa Lovere-Ponte di Legno, che si terrà martedì 28 maggio 2019, avrà comunque un dislivello di 4800 metri: il Gavia sarà sostituito dalla salita di Ceva e da Aprica, che sarà fatta dal versante duro, prima del passaggio per Mazzo di Valtellina, località che porterà i corridori sul Mortirolo.

Nella conferenza stampa, che riportiamo con il video integrale realizzato a Courmayeur, Mauro segni ha affermato: “Al fine di favorire le squadre e per permettere loro di organizzarsi, abbiamo preso una decisione. Visto che il meteo è in peggioramento, e visto anche cosa ci dicono i meteorologi della Regione Lombardia riguardo il Gavia. Mi preme ringraziare tutte le persone che hanno lavorato giorno e notte, ma il Gavia non si potrà fare, perché il meteo è in peggioramento e c’è un grande rischio di slavine. Per questa ragione, è opportuno prendere una decisione stasera al fine di permettere alle squadre di organizzare la tappa in maniera corretta. Non c’è un m miglioramento all’orizzonte, quindi la tappa, dal percorso originale, prima di Edolo abbiamo inserito la salita di Cevo, si scende giù prima di affrontare Aprica dal lato duro, all’intero del paese; poi si va a Mazzo e si sarà il Mortirolo. La tappa risulterà più corta, sarà di 194 km, ma il dislivello si attesterà intorno ai 4800 metri”.

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

La nuova Cima Coppi del Giro d’Italia 201, ha spiegato Mauro Vegni, sarà quindi il Passo Manghen, che verrà affrontato nella 20/a tappa, la Feltre-Croce d’Aune. La vetta più alta toccata dal Giro d’Italia sarà di “solo” 2047 metri. In teoria, però, il punto più alto toccato dal Giro d’Italia 2019 sarebbe stato ieri, nella frazione con arrivo a Lago Serrù, visto che l’arrivo era a 2247 metri di quota.

Di seguito la nuova altimetria della Lovere-Ponte di Legno

 

 

Da Courmayeur, Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
DIPA ABBIGLIAMENTO NERO BANNER BLOG
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *