MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > G News > VAN AERT: “SE VUOI VINCERE DEVI CONVIVERE CON SOFFERENZA E DOLORE”
Strade Bianche 2020 - 14th Edition - Siena - Siena 184 km - 01/08/2020 - Wout Van Aert (BEL - Team Jumbo - Visma) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2020

VAN AERT: “SE VUOI VINCERE DEVI CONVIVERE CON SOFFERENZA E DOLORE”

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


“Nello sport ad alto livello c’è sempre una convivenza con il dolore e la fatica. Se vuoi vincere devi convivere con la sofferenza e il dolore. Un anno fa ero in ospedale, e adesso sono qui perché per me è stato fondamentale continuare a crederci”. Due immagini drammatiche affiorano alla memoria mentre Wout Van Aert parla durante la conferenza stampa post gara: nel 2018 è finito a terra, stremato, sulla salita di Santa Caterina. Lo scorso anno, invece, proprio in questi giorni, era ricoverato in ospedale per la lacerazione dei muscoli di una coscia dopo la drammatica caduta nella cronometro di Pau del Tour de France. Ma oggi è filato tutto per il verso giusto, e il belga è riuscito a conquistare la corsa dei suoi sogni.

Strade Bianche 2020 – 14th Edition – Siena – Siena 184 km – 01/08/2020 – Wout Van Aert (BEL – Team Jumbo – Visma) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2020

ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
Shimano Banner archivio Blog
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Riguardo il gesto delle corna dopo l’arrivo, il portacolori della Jumbo-Visma ha affermato: “Non c’è stata una motivazione per il mio gesto, semplicemente ero molto stanco e volevo fare un gesto cool. Sono molto felice perché ho lavorato molto per vincere la corsa. E’ stato molto difficile all’inizio pedalare in gruppo, sia per la polvere che per il caldo. E’ stata una corsa per la sopravvivenza. Penso che i miei occhi avranno bisogno di un po’ di tempo per riprendersi dopo aver preso così tanta polvere”.

Condividi:

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *