MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Amstel Gold Race 2019 - 54th Edition - Maastricht - Berg en Terblijt 265.7km - 21/04/2019 - Mathieu Van Der Poel (NED - Team Corendon - Circus) - photo Dion Kerckhoffst/CV/BettiniPhoto©2019

VAN DER POEL PROFETA IN PATRIA, SUA L’AMSTEL GOLD RACE!

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Un autentico numero d’altri tempi: Mathieu Van der Poel (Corendon Circus) vince in maniera rocambolesca l’edizione 2019 dell’Amstel Gold Race: quando tutto sembrava scritto, con Julian Alaphilippe e Jakob Fuglsang che si erano avvantaggiati sul resto del gruppo e si stavano per giocare il successo finale, il gruppo degli inseguitori è rientrato, e con una bellissima volata il campione olandese vince la corsa di un giorno più importante dei Paesi Bassi.

La corsa è stata accesa proprio dal fuoriclasse olandese, favorito numero uno alla vigilia, con un attacco sferrato a 43 km dal traguardo. nessuno ha seguito il portacolori della Corendon-Circus, che è stato ripreso dal plotone. Pochi chilometri dopo, sferrano un bellissimo attacco Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) e Jakob Fuglsang (Astana). I due prendono un vantaggio massimo di 40 secondi, ma nel finale il gruppo dei contrattaccanti, guidato da Maximilian Schachmann e Michal Kwiatkowski, sono riusciti a riprendere i due fuggitivi.

E’ proprio il polacco del Team Sky a lanciare la volata dopo aver ripreso i primi due all’ultimo chilometro: nel frattempo, il gruppo degli inseguitori rinviene sui migliori proprio nel momento in cui viene lanciata la volata. Mathieu Van der Poel è partito da dietro superando tutti a velocità tripla, vincendo, in maglia di campione olandese, l’Amstel Gold Race, la corsa di un giorno più importante in Olanda.

Alle spalle del portacolori della Corendon-Circus si piazzano Simon Clarke (EF Education First) e Jakob Fuglsang, solo quarto Alaphilippe. Migliore degli azzurri Alessandro De Marchi, settimo, con Matteo Trentin decimo, quest’ultimo autore di una corsa fatta sempre all’attacco e con il coltello tra i denti.

 

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

Giornalista del sito internet www.inbici.net. Giornalista e scrittore, dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *