MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Home > riviste-inbici-archivio

riviste-inbici-archivio

ADDIO A DIEGO ARMANDO MARADONA, FU OMAGGIATO DALLA TINKOFF CON UNA MAGLIA SPECIALE

Ha perso la vita quest’oggi uno dei più grandi calciatori della storia, Diego Armando Maradona. La notizia è rimbalzata pochi minuti fa attraverso le agenzie di stampa. Fonti argentine riferiscono che sarebbe morto per un arresto cardiorespiratorio mentre si trovava nella casa di Tigres, dove si trovava dopo essere stato dimesso dalla clinica dov’era stato operato al cervello. Sul posto sono poi sopraggiunte tre ambulanze.

Nel 2016 la squadra di ciclismo della Tinkoff decise di omaggiare il calciatore creando una maglia celebrativa, metà con i colori della Tinkoff e metà con i colori del Napoli di quando Maradona era capitano.

l’idea era stata del general manager della squadra, Stefano Feltrin. L’omaggio è nato a distanza di trent’anni dal primo dei due scudetti dell’epoca Maradona.

Ricordiamo che il 3 novembre scorso Maradona si sottopose a un intervento chirurgico per un coagulo al cervello. “La morte di un dio“, titola a tutta pagina il sito francese de L’Equipe.

La redazione di InBici Magazine si unisce al cordoglio di tutto il mondo per la scomparsa di Diego Armando Maradona.

MAGNETIC DAYS JARVIS, PRECISIONE QUASI ASSOLUTA. ECCO COME VIENE CALIBRATO (VIDEO)

Una giornata intera assieme ai tecnici, agli ingegneri e ai coach dell’azienda, un corso sintetico per conoscere un articolo che chiamarlo semplicemente “rullo” è sicuramente riduttivo. E, per concludere, un intero pomeriggio in sala produzione, dove questo supertecnologico strumento prende forma partendo da un barra di alluminio lavorata dal pieno, assemblato con le sue componenti e, infine, tarato per assegnargli una precisione assoluta nella rilevazione dei dati di forza e di potenza con cui anche noi andremo a “pestare” questo bel pezzo di alluminio.

Foiano di Chiana (Arezzo) ci ha fornito in dotazione un Jarvis, il dispositivo su cui l’azienda toscana ha imperniato la sua innovativa esperienza di allenamento dedicata ai ciclisti ed adattabile a tutte le esigenze.

Sarà con le prime prove che effettueremo a breve che entreremo nel mondo di questo evoluto standard di traning indoor controllato in remoto da coach preparati e meticolosi.

Intanto, soffermiamoci sull’hardware su cui questo sistema si sviluppa, ovvero al ciclo-ergometro Jarvis e a come questo strumento viene calibrato, in modo da garantire all’utilizzatore una precisione nella rilevazione dei dati di potenza (e forza) praticamente assoluti.

Ce lo spiega in questo video Enos Polvanesi, che in Magnetic Days è una sorta di storico “socio-genio della meccanica”, uno dei primi a progettare, o meglio inventare, questo dispositivo che noi di InBici magazine non vediamo l’ora di provare.

Qui sotto il Video

Informazioni: www.magneticdays.com

a cura di Maurizio Coccia – Copyright © iNBiCi magazine

DOPING, LA WADA LANCIA L’ALLARME: “STESSO NUMERO DI CASI CON MENO CONTROLLI A SORPRESA”

Attraverso il sito del Movimento per un Ciclismo Credibile, la Wada lancia un grido di allarme. Olivier Niggli, direttore dell’agenzia mondiale antidoping, ha infatti ammesso pochi giorni fa che la pandemia di Covid-19 potrebbe aver creato dei “buchi” nei programmi antidoping in diversi Paesi. In modo particolare, la CADF ha annunciato che vi è stata una diminuzione del 90% dei test fuori competizione durante i mesi di marzo e aprile 2020 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La ragione è ovviamente da ricercare nel lockdown.

Il dato che riguarda il ciclismo riguarda i dodici casi rilevati, due all’interno di team World Tour: un dato inferiore rispetto allo scorso anno nello stesso periodo, ma comunque molto vicino ai dati degli ultimi 5 anni, nonostante ci siano stati molti meno controlli. Quest’ultima osservazione è una grande fonte di preoccupazione per MPCC, dato il minor numero di test effettuati nel 2020.

niente-doping-nella-provetta-trovata-alla-roubaix-1-jpg

Una curiosità: l’unico sport in cui si è assistito a un incremento dei casi di doping nel 2020 rispetto al 2019 è l’atletica leggera. Sono stati rilevati quasi 100 casi durante i primi tre mesi dell’anno 2020 (contro 81 casi durante l’intero anno 2019).

GRAVE INCIDENTE PER IL FRANCESE MIKAEL CHÉREL (AG2R LA MONDIALE)

Disavventura per Mikaël Chérel (Ag2r La Mondiale ) durante una seduta di allenamento martedi.

Il 34enne è stato vittima di una caduta causata da un cane che era sfuggito al suo proprietario durante un allenamento nel sud della Francia, ha detto il suo team AG2R La Mondiale in un comunicato stampa martedì sera.

Il bollettino medico recita una doppia frattura della clavicola, due costole rotte e uno pneumotorace, pertanto questa notte resterà in ospedale in osservazione, specifica il dottor Eric Bouvat, direttore medico del team.

Il corridore si è sfogato cosi sui propri profili social

Ovviamente, non posso biasimare il cane in cui sono andato a sbattere dopo che ha cercato di attraversare la strada proprio davanti a me. “Né posso biasimare la signora che cammina sul lungomare da cui è scappato il cane – anche se posso essere seccato per il suo atto di codardia, che ne approfitta per scappare mentre sono rimasto sdraiato a terra“.

Mikael Cherel (FRA – AG2R – La Mondiale) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2018

Fortunatamente è stato prontamente soccorso quindi trasportato in ospedale.

Non è ancora chiaro quali saranno i tempi di recupero per il francese. A luglio, il 34enne Cherel aveva già firmato un contratto rinnovato con AG2R La Mondiale.

LORENZO MASCIARELLI E GAIA REALINI: DUE MARCE IN PIÙ PER IL CICLOCROSS ABRUZZESE AL LAZIO CROSS-TROFEO ROMANO SCOTTI

Il ciclocross abruzzese non vuole piegarsi di fronte al nemico Covid-19: tanto di cappello ai giovani che nonostante la situazione difficile a livello emergenziale e sanitario, trovano l’occasione per tenersi in forma e mettere in mostra il proprio talento anche in chiave multidisciplinare.

L’occasione è arrivata dal Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti che ha mandato gli archivi la sesta prova solcando i prati di Fonte San Vincenzo alle porte di Aprilia, intitolata alla memoria dell’ex dirigente ciclistico e presidente FCI Lazio Antonio Zanon, in un contesto di alto livello con la presenza dei migliori ciclocrossisti da quasi tutta Italia nella gara riconosciuta di interesse nazionale da parte del Coni.

Dopo un momentaneo salto di catena e rimontando le posizioni perdute durante la sosta, Lorenzo Masciarelli ha messo il proprio sigillo sulla gara juniores imponendosi davanti a Matteo Siffredi e Gabriel Fede.

Il 17enne pescarese Masciarelli, trasferitosi in Belgio dove tutt’ora abita (a Oudenaarde) e studia meccanica, difende i colori della Callant Pauwels Sauzen, diretto da un grande ex del cross come Mario De Clercq e dall’ex professionista belga Gianni Meersman. Con questa maglia ha fatto il suo esordio tra gli juniores ma nel mese di ottobre ha ottenuto una straordinaria affermazione al Cross Internazionale di Beringen. 

Gaia Realini – foto Carla Garofalo (Bit&Led)

Altra conferma ad alti livelli per Gaia Realini: la 19enne pescarese, rivelazione al recente Europeo under 23 in Olanda, si è imposta nella gara open davanti alle élite Silvia Persico e Alessia Bulleri, oramai lanciata sempre più verso traguardi molto ambiziosi da quando è una nuova portacolori della Selle Italia-Guerciotti (la squadra plurititolata a livello nazionale ed internazionale nel ciclocross che ha sede a Milano). Oltre al primato open, Realini ha fatto suo quello riservato alle under 23 davanti a Nicole Fede e a Marta Zanga.

Al culmine di prove contraddistinte da grande impegno e tecnica, buoni piazzamenti ottenuti da Luciano Camplone (Race Mountain Folcarelli – 22°juniores), Lorenzo Sorgi (Team Stipa Milano – 34°juniores), Francesca Sorgi (Cicli Fiorin – 14°donne allieve primo anno), Francesco Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 27°allievi primo anno), Mirko Persico (Pedale Rossoblu Truentum – 30°allievi primo anno), Ivan Taccone (Pedale Rossoblu Truentum – 28°allievi secondo anno), Giada La Cioppa (Cicli Fiorin – 7°donne esordienti), Dario Macchia (Avezzano Cycling Team – 41°esordienti), Andrea Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 43°esordienti), Alessandro Micolucci (Amici della Bici Junior – 22°esordienti), Simone Scocchia (Amici della Bici Junior – 38°esordienti) e Filippo Cerasi (Amici della Bici Junior – 39°esordienti).

INBICI TRAINING CAMP GRAN TOUR SICILIA 2021

Tra arancini, isole e vulcani sette giorni sui pedali nella magica Sicilia Inbici Training Camp Gran Tour Sicilia.

Visitare la Sicilia ai ritmi slow della bicicletta è un’esperienza di grande fascino e suggestione.

Un sogno da condividere con compagni di viaggio appassionati delle due ruote, ma anche desiderosi di scoprire le bellezze inestimabili di una terra magica.  

E’ nato così l’Inbici Training Camp – Gran Tour Sicilia, un itinerario di sette giorni sui pedali tra arancini, isole e vulcani in programma dal 6 al 13 febbraio 2021.

Una vacanza modulata, in primis, in base alle specifiche esigenze dei ciclisti, ma ideale anche per chi vuole abbinare al piacere di una pedalata la curiosità di una vacanza tra scorci mozzafiato e le attrazioni storiche della Sicilia più autentica.

La settimana prevede infatti alcune tappe negli angoli più belli e selvaggi di questa isola magica, un viaggio da favola alla scoperta di città d’arte, riserve naturali e spiagge da sogno.

La quota (890 a partecipante con sconto di 40 euro per i tesserati Acsi e affiliati dell’Inbici Cycling Team) comprende sette notti in hotel a quattro stelle con la formula della mezza pensione (colazione e cena con bevande incluse), sei uscite in bicicletta con guide professioniste sul percorso, assistenza tecnica con ammiraglia al seguito, transfer da e per l’aeroporto di Catania.

Non è compreso nella quota il volo Ryanair (voli da Bologna – Milano Bergamo – Roma – Napoli), l’assicurazione aggiuntiva medico/bagagli su richiesta con Europe Assistant, gli eventuali extra e le escursioni culturali. Disponibile (a 130 euro alla settimana) anche un servizio di noleggio bici (bici strada Giant Shimano 105 11).

Il programma della settimana, come detto, prevede la visita (con cambio di hotel) in alcune località simbolo della Sicilia. Da Catania a Siracusa con tappe a Noto, Marzamemi e Portopalo. E ancora Frigintini, Ispica e Capopassero, Punta Secca (la casa del Commissario Montalbano), Modica con il suo antico centro storico e Palazzolo Acreide con il suo meraviglioso borgo barocco.

Per qualsiasi informazione chiama subito il numero 391 – 4917418

Oppure scrivi a redazione@inbici.net

CLICCA QUI E SCARICA IL MODULO ADESIONE

CLICCA QUI E SCARICA IL PROGRAMMA DELLA VACANZA

GSG FA POKER E RICONFERMA 4 TEAM DI PRESTIGIO

Rinnovata la sponsorizzazione nel MTB con Giant Polimedical, Team Ghost Factory Racing, Wilier Force e Velcan: due campioni del mondo e l’obiettivo olimpico di Tokyo 2021

Il mondo off-road è parte integrante della filosofia sportiva di GSG, che anche per la prossima stagione, quella che sulla carta dovrebbe essere di recupero dell’Olimpiade, punterà sui 4 team internazionali supportati anche quest’anno.

E’ stata rinnovata infatti in questi giorni la partnership con il Team Giant Polimedical del bi-campione mondiale marathon Leonardo Paez. Il team si sta ulteriormente rinforzando per la stagione futura, infatti sarà impegnato con il calendario internazionale di UCI Marathon Series e la sfida per il guinnes di vittorie alla Hero Sudtirol Dolomites dove Paez cercherà il 7° successo.

L’olimpiade nel cross country è l’obiettivo primario invece del Team Ghost Factory Racing che, con la campionessa nazionale dei Paesi Bassi Anne Terpstra, ha già ottenuto un podio importante al test event giapponese nel 2019. Riconfermata dunque la squadra tedesca tutta al femminile, protagonista in questa stagione anche nelle poche tappe di Coppa del Mondo che si sono corse e ai Campionati Europei XCO.

Continua il binomio con la squadra Wilier Force di Massimo De Bertolis che sarà grande protagonista delle gare su lunghe distanze e che ogni anno ha come obiettivo principale l’ABSA Cape Epic, la famosa corsa a tappe sud africana di inizio anno, di cui il team trentino ha vinto anche alcune tappe negli anni passati.

MTB non è solo marathon e cross-country, anche per il 2021 GSG vestirà il team Velcan MTB del 4 volte campione del mondo Cross Country Eliminator Titouan Perrin-Ganier, vincitore quest’anno anche del Campionato Europeo. Lo squadrone francese è attivo in tutte le discipline dell’off-road, e vanta un palmares con 3 World Champ XCE, 4 European Champ XCE e 10 titoli francesi nell’ XCE/XCO.

La stagione 2021 in GSG è già iniziata, perché off-season significa programmazione futura e cura di ogni singolo dettaglio nell’abbigliamento custom: nulla può essere lasciato al caso, soprattutto nell’anno dei Giochi Olimpici!

Scopri la nostra proposta personalizzata sulla sezione CUSTOM del sito GIESSEGI.COM

UNA NUOVA PARTNERSHIP TRA L’HOTEL ALEXANDER DI GABICCE E IL GRUPPO EDITORIALE INBICI

Sarà la nuova “casa” del ciclismo della Riviera Adriatica l’hotel Alexander, elegante quattro stelle di Gabicce Mare con cui il Gruppo Editoriale InBici ha appena siglato una nuova partnership.

La moderna struttura ricettiva – che dal 2 al 9 maggio prossimo ospiterà l’Inbici Training Camp – sorge in una location straordinaria, nel cuore della Riviera Adriatica al confine tra Romagna e Marche e delimitata dal verde promontorio del Colle San Bartolo che rende la sua spiaggia unica in tutta la costa.

Curato nei minimi dettagli, con ambienti ampi e confortevoli, l’hotel Alexander è dotato di numerosi servizi, come la piscina con ampia vasca idromassaggio riscaldata, la cucina rinomata con menù internazionali, ampie camere dotate di tutti i comfort con vista mare, la sauna finlandese, l’area fitness by Technogym, l’ampio giardino, la sala meeting e tanti servizi per gli amanti della bicicletta.

L’Alexander è infatti uno dei più attrezzati bike-hotel della costa panoramica marchigiana, un territorio da sempre in simbiosi con il ciclismo.

Gestito dal 1968 dalla famiglia Ferrarini – Colombari, l’albergo ha una consolidata connotazione ecologica, come si evince dai riconoscimenti conquistati per la mobilità sostenibile di Legambiente Turismo. Un paradiso ideale per tutti gli amanti del pedale.

Info www.alexanderhotel.it/

FABIO JAKOBSEN E’ TORNATO A PEDALARE: LA SUA PRIMA FOTO IN BICI DOPO L’INCIDENTE

Di nuovo in bici insieme a @delorestougje. Con questo post vorrei ringraziare tutti i medici specialisti che mi hanno aiutato a lungo. Lo stesso vale per la Deceuninck-QuickStep e tutti gli sponsor del mio team per il supporto nel mio processo di riabilitazione. Non vedo l’ora di fare la prossima operazione a gennaio. Nel frattempo ricomincio lentamente ad allenarmi.

Con questo post, corredato da una foto che vi proponiamo in allegato, Fabio Jakobsen ha annunciato di essere tornato ad allenarsi. Una bellissima notizia a un mese esatto dal Natale.

Volta ao Algarve 2020 – Fabio Jakobsen (NED – Deceuninck – Quick Step) – Elia Viviani (ITA – Cofidis) – photo Nico Vereecken/PN/BettiniPhoto©2020

Il corridore della Deceuninck-QuickStep non saliva in bici dal termine della prima tappa del Tour de Pologne, quando è finito contro le transenne sul traguardo. Poco prima dell’impatto vi era stata una deviazione di Dylan Groenewegen, squalificato poi per nove mesi a causa di questa brutta manovra.

Ma il peggio sembra davvero essere alle spalle. Finalmente Jakobsen è tornato in sella: ed è una delle notizie più belle che possiamo registrare in questo 2020.

MIGUEL ANGEL LOPEZ LASCIA L’ASTANA E FIRMA PER MOVISTAR

Miguel Angel Lopez correrà con la Movistar nel 2021.

Il 26enne colombiano lascia l’Astana dopo sei stagioni e firma un contratto di un anno con la squadra spagnola.

Lopez passato professionista nel 2015 e già salito sul podio del Giro d’Italia e della Vuelta a España nel 2018, e ha vinto la tappa in montagna durante l’ultimo Tour de France con l’arrivo in cima al Col de la Loze.

Sono molto felice di far parte di una delle squadre più importanti del ciclismo“, – dice Lopez –  “Come ho sempre fatto, cercherò di rappresentare Movistar e la Colombia nel miglior modo possibile. Questa è sempre stata una rosa importante per i miei tifosi sul fronte di casa e un fattore cruciale per la crescita della gara in Sud America. Quindi non vedo l’ora di correre con loro il prossimo anno “.