Sfondo Assos
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO ASSOS
SFONDO COSMOBIKE
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > A VERONA È NATO IL “GRAN FONDO WORLD TOUR”
a-verona-e-nato-il-gran-fondo-world-tour-1-jpg

A VERONA È NATO IL “GRAN FONDO WORLD TOUR”


Cinque tappe in tre continenti diversi. L’Italia sarà rappresentata dalla Marcialonga Cycling Craft. L’ideatore Dani Buyo: “Culture diverse, ma il ciclismo parla una sola lingua”

 

Lo scorso 12 settembre, nell’ambito della prestigiosa cornice del “Cosmo Bike Show” di Verona, è stata presentata ufficialmente la prima edizione del Circuito Internazionale “Gran Fondo World Tour”.

Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Si tratta di una rassegna nuova ma molto ambiziosa che riunirà, non solo idealmente, la passione ciclistica di ben tre continenti.

Nello stand della rivista InBici, alla presenza dell’editrice Sara Falco (referente per l’Italia del neonato circuito), hanno partecipato all’ouverture anche Dani Buyo (fondatore e general manager del “Gf World Tour”), Paolo Coin (product manager del “Cosmo Bike”) e Sandro Pisaneschi, titolare del marchio Pissei, che confezionerà in esclusiva le maglie (gialle e rosa) del circuito.

Riflettori puntati, in particolare, sulla tappa italiana del “Gran fondo World Tour”, che sarà la mitica Marcialonga Cycling Craft in programma il 12 giugno 2016.

Come ha spiegato la direttrice generale della rassegna Gloria Trettel si tratta “di un abbinamento di assoluto prestigio scelto per celebrare nel migliore dei modi i dieci anni della nostra gran fondo”. Un vantaggio, si potrebbe dire, reciproco: la Marcialonga, infatti, con il circuito compie un significativo salto di qualità, acquisendo una dimensione definitivamente internazionale, mentre il Gran Fondo World Tour si accaparra uno degli eventi ciclistici emergenti nel panorama granfondistico italiano.

Cinque le tappe del circuito: si parte il 3 aprile 2016 in Spagna con la Gran fondo di Barcellona, per tante ragioni una delle rassegne ciclistiche più affascinanti del calendario europeo. Partenza fissata dalla splendida Ciudad di Antoni Gaudì verso un itinerario che si snoda nell’entroterra della Catalogna: 160km per il percorso lungo (che raggiunge un dislivello di 2900 mt) e 110 km quello ridotto (che raggiunge i 2000 mt). Incastonate nel tracciato tre salite che designeranno il vincitore.

 

 

Due gli appuntamenti in programma a giugno: si parte con la Gran Fondo del Colorado negli Stati Uniti.

Colorado Springs, con le sue guglie mozzafiato e i suoi panorami da cartolina, è un vero e proprio paradiso per i ciclisti. Le Rocky mountain sono un’esperienza indimenticabile per gli appassionati della bicicletta, non a caso proprio qui, nel 1986, si svolsero i Campionati del Mondo vinti dal nostro Moreno Argentin davanti a Mottet e Saronni.

Nello stesso mese, come detto, è in calendario la Marcialonga Cycling Craft (unica tappa italiana).

A luglio si vola in uno dei principati più belli del mondo con la Gran Fondo di Andorra, il micro-stato situato nei Pirenei orientali tra Francia e Spagna dove, da diversi anni, si sta sviluppando una dinamica cultura ciclistica.

Il Gran Fondo World Tour si concluderà poi nel mese di settembre, con l’epilogo nel continente asiatico, rappresentato dalla Gran Fondo di Almaty in Kazakistan, ricchissima patria dell’Astana di Nibali ed Aru.

Il circuito si chiuderà poi a novembre 2016 con la GF World Championship che si svolgerà in Spagna a Terragona, sempre in Catalogna. Un destinazione di grandissimo fascino, visto che l’insieme archeologico della città di Terragona è stato inserito nel 2000 tra i patrimoni mondiali dell’Umanità Unesco.

 

 

“Questo circuito – ha detto a Verona Dani Buyo, fondatore e general manager del Gran Fondo World Tour – vuole diventare un appuntamento di riferimento per il mondo delle gran fondo internazionali. Siamo soddisfatti di questo calendario che ha saputo riunire, già dalla prima edizione, alcune delle manifestazioni più belle. Il ciclismo è un grande fenomeno planetario che parla una stessa lingua, a noi il compito di abbatterne i confini e riunire, sotto un’unica sigla, la cultura ciclistica di tre continenti”.

Info www.granfondoworldtour.com

 

 

 

Fonte  Mario Pugliese Copyright © INBICI MAGAZINE

1 andorra
2 Astana
3 Barcellona-Spagna
4 colorado
5 predazzo-chiesa
     

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

10 DOMANDE A…ALESSANDRO TONELLI: “SOGNANDO IL LOMBARDIA”

Nel 2018 ha ottenuto la sua prima vittoria da professionista. Oggi, alla sua quinta stagione, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *