SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO ASSOS
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > ABU DHABI TOUR
abu-dhabi-tour-1-jpg

ABU DHABI TOUR


Esteban Chaves va a trionfare nella tappa regina dell’Abu Dhabi Tour e conquista così anche la classifica generale della corsa ad un giorno dal termine.

 

La tappa è stata caratterizzata da una fuga, composta da soli due corridori: il campione nazionale tunisino  Rafaa Chtioui (Skydive Dubai Pro Cycling Team) e l’italiano  Alessandro Bazzana (UnitedHealthcare).

Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

 

Il Team Sky del leader Viviani ha sempre condotto la corsa in testa al gruppo ed il vantaggio non è mai troppo dilatato.

 

Ai – 11 dal traguardo è iniziata la salita simbolo di questa edizione: Al SinJebel Hafeet. Il tunisino scatta all’inizio dell’asperità e Bazzana non riesce a seguire il suo ritmo, venendo così riacciuffato dal plotone.

 

In gruppo, a prendere in mano la corsa è stata subito l’Astana, con due uomini a scandire il passo.Il forcing di  Valerio Agnoli (Astana Pro Team) e  Alexey Lutsenko (Astana Pro Team)  fa si che la selezione sia naturale e che molti corridori alzino bandiera bianca sin dalle prima rampe. L’ultimo fuggitivo viene riacciuffato ai -8 dal traguardo sempre sotto la spinta della corazzata kazaka. A rilevare il neo vincitore del Tour of Almaty è stato  Paolo Tiralongo (Astana Pro Team), il quale ha accelerato notevolmente il passo mietendo nuove vittime.  Philippe Gilbert (BMC Racing Team) ed il campione nazionale tedesco  Emanuel Buchmann (Bora-Argon 18) sono i primi corridori illustri a perdere contatto dal gruppo principale.  

 

Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) parte a 6 chilometri dal traguardo ed il primo a reagire è il connazionale  Gianluca Brambilla (Etixx – Quickstep), ma anche  Johan Chaves (Orica GreenEDGE) va a riportarsi sui due e riesce a fare la differenza anche sul nostro campiona nazionale. Se ne va da solo dunque il colombiano ed allora l’Astana cambia tattica mandando al suo inseguimento  Fabio Aru (Astana Pro Team), il quale viene raggiunto e sopravanzato dal neerlandese  Wout Poels (Team Sky). I corridori si vedono, tutti molto vicini nel giro di pochissimi secondi. Il colombiano viene raggiunto dal portacolori della Sky quando ormai siamo nell’ultimo chilometro. Poels cade incredibilmente nell’ultima curva e Chaves va a trionfare nella tappa più simbolica di questa edizione di corsa. Il nostro  Fabio Aru (Astana Pro Team) giunge secondo. Terzo, lo sfortunatissimo Wouter Poels.

 

Fonte www.direttaciclismo.it

Niccolo Anfosso

Immagine
     

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

IL NUOVO CODICE DELLA STRADA. CASCO, L’ANOMALIA ITALIANA

Altro tema importantissimo è quello dell’utilizzo del casco di protezione per i ciclisti, che attualmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *