SFONDO ASSOS
lunedì , 26 Agosto 2019
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER TOP
Home > Tutti gli Articoli > ALESSANDRO BALLAN
alessandro-ballan-6-jpg

ALESSANDRO BALLAN



Alessandro Ballan è stato tra gli ospiti d’onore al 40° Convegno delle Glorie del Ciclismo Triveneto: quattro campioni del mondo per quattro decenni di storia e celebrazioni.

Lui che ha conquistato il titolo iridato a Varese nel 2008, ultimo azzurro a laurearsi campione del mondo su strada, riceve il premio e gioca in casa anche a Vedelago (Tv).

 

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner archivio Blog - Shimano
ISTRIA Granfondo banner blog
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

La platea si gusta il racconto del successo di Varese lo applaude, e lui, con il sorriso sulle labbra, racconta: “Quell’anno c’era un piano B. Alfredo Martini e Franco Ballerini me lo avevano ripetuto più volte in quei giorni: ‘Il percorso è adatto a te, potresti provare un’azione delle tue’. Quando sono scattato avevo solo un pensiero, quello di non fare la fine di Bitossi nel famoso mondiale di Gap” ammicca Ballan che, tra gli applausi del pubblico, aggiunge “Invece, tutto è andato bene e ora siamo qui a ricordare quel giorno speciale”.

 

Nell’ascoltare le parole di Alessandro Ballan, in una grigia domenica d’autunno, si avverte un pizzico di amarezza. Incalzato da Silvio Martinello, il trevigiano risponde senza nascondersi: “Purtroppo dopo quel mondiale è arrivata una serie incredibile di brutte notizie, tra cui anche quelle relative all’indagine di Mantova” spiega con schiettezza Ballan che confida: “Qui posso dirlo perchè ci sono tanti ex professionisti e so che mi possono capire: per assurdo, a volte penso che sarebbe stato meglio se mi avessero trovato positivo ad un controllo antidoping. Almeno avrei fatto due anni di squalifica come tanti altri e poi sarei potuto tornare in gruppo. Invece non sono mai risultato positivo a nessun controllo ma è da sei anni che vengo perseguito e non posso correre. Ora ho fatto ricorso al Tas di Losanna per avere un pò di giustizia, spero di poter tornare presto in gruppo”.

 

La sala, gremita di gente, appoggia, applaude e invita Alessandro a non mollare: il pubblico delle due ruote dimostra ancora una volta di essere più maturo delle istituzioni che sarebbero chiamate a guidarlo…

 

Fonte www.ciclismoweb.net

photo scanferla 119X1019
     

Banner dentro Notizia Assos
ISTRIA Granfondo banner blog
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner archivio Blog - Shimano
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *