MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP
BANNER CICLOPROMO FIVE BANNER TOP
arriva-il-bollo-e-la-targa-per-la-bici-jpg
ARRIVA IL BOLLO E LA TARGA PER LA BICI

ARRIVA IL BOLLO E LA TARGA PER LA BICI!



Troppe accise sulle benzina e troppi balzelli sulla casa. E le lotterie e i “gratta & vinci”, ormai, non rendono più. Come recuperare allora qualche soldo in più dai cittadini? Semplice, tassando il più “nazional-popolare” dei mezzi di locomozione: la bicicletta. 

 

“Arriva il bollo e la targa per le bici” titolano in questi giorni i quotidiani nazionali. E sui social è scattato, immediato, l’allarme rosso con un colorito campionario d’improperi all’indirizzo del “governo vampiro” e la promessa di non pedalare mai più.

UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SCOTT BANNER NEWS
KTM AERO BANNER NEWS 5
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
Shimano Banner archivio Blog
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1

Tutto nasce da un emendamento presentato in commissione Lavori Pubblici del Senato dal capogruppo Dem Marco Filippi alla Riforma sul Codice della Strada su biciclette e motoslitte.

Per essere precisi l’emendamento introduce di fatto nella riforma (ddl n.1638), tra i principi e i criteri direttivi (art.2), quello della definizione nella “classificazione dei veicoli, senza oneri a carico dello Stato e attraverso un’idonea tariffa” per i proprietari delle biciclette e dei veicoli a pedali adibiti al trasporto, pubblico e privato, di merci e di persone, “individuando criteri e modalità d’identificazione delle biciclette stesse nel sistema informativo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale”.

Molti hanno letto nell’inciso “un’idonea tariffa” come la minaccia conclamata di nuove imposte. E anche se – come ha spiegato lo stesso Filippi – “non si vogliono prevedere altre tasse per le biciclette, ma solo dare la possibilità ai ciclisti di iscrivere in un registro nazionale le bici per evitare che vengano rubate continuamente”, il braciere del dibattito ormai è acceso.

E allora, tu come la pensi? E’ giusto pagare un obolo allo Stato per avere in cambio il censimento delle biciclette e arginare così il fenomeno dei furti? O invece, almeno la bicicletta, mezzo ecologico per eccellenza, dovrebbe essere risparmiata da questi odiosi balzelli?

bollo-auto2
timthumb
   

KTM ROAD LIGHT BANNER NEWS 6
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
KTM AERO BANNER NEWS 5
SCOTT BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
Shimano Banner archivio Blog
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *