SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO ASSOS
SFONDO COSMOBIKE
Sfondo Assos
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > Atestina Superbike
atestina-superbike-jpg
Atestina Superbike

Atestina Superbike


Leonardo Paez ed Elena Gaddoni i dominatori di una gara con colpo di scena finale

Grande successo per 6a edizione dell’Atestina Superbike, oltre ottocento gli atleti al via, tra i quali numerosissimi Elite di spicco. La prova era valida come tappa del circuito IMA Scapin eVeneto MTB Tour. Leonardo Paez ed Elena Gaddoni mettono il loro sigillo su un’edizione impeccabile della gara Estense.

A Este (PD), il 9 giugno, è andata in scena la sesta edizione dell’Atestina Superbike e anche questa volta la gara ha ottenuto grande successo, sia di pubblico sia di partecipanti.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

Tra gli oltre ottocento atleti al via, spiccavano i nomi di moltissimi atleti di punta, tra i quali una nutritissima pattuglia colombiana, ben sei atleti in rappresentanza di vari team. Al via l’ex campione europeo Kristian Hynek (Elettroveneta Corratec) e il suo compagno di squadra Enrico Franzoi, Tony Longo e Leonardo Paez (TX Active Bianchi), il Team KTM STIHL Torrevilla, il Team Scapin, Marzio Deho (Olympia), Manuele Spadi (Team New Bike 2008 Cycling Lab), Thomas Paccagnella (Adventure & Bike Team), Francesco Casagrande (Cicli Taddei) e numerosi altri fortissimi atleti. Tra le donne erano presenti atlete elite del calibro di Elena Gaddoni (Frm Factory Racing Team), Lorenza Menapace (Titici Lgl Pro Team) e Anna Ferrari (Adventure & Bike Team).

Alle ore 10.00 lo start, dalla centralissima via Matteotti, dell’edizione più spumeggiante mai corsa della gara estense, con un pronostico difficilissimo, visti i tanti campioni ai nastri si partenza. Fin dalle prime battute sono Kristian Hynek e Leonardo Paez a prendere l’iniziativa, guadagnando un piccolo margine su un’altra coppia, composta da Longo e Casagrande, a seguire Arias Cuervo, Paccagnella, Franzoi e Deho, con quest’ultimo ben presto vittima di una foratura che lo taglia fuori dai giochi per le posizioni di testa.

La gara prosegue senza grossi stravolgimenti, con Paez che riesce a guadagnare un buon margine su Hynek, saldamente in seconda posizione. Un inspiegabile errore di percorso di Hynek, quando si appresta a entrare nel castello di Este, lo estromette, di fatto, dalla classifica, consentendo a Longo di aggiudicarsi la seconda posizione, con un piccolissimo margine su Casagrande. Quarto sul traguardo il colombiano Arias Cuervo e quinto Thomas Paccagnella.

La gara femminile non è mai stata in discussione. Elena Gaddoni prende subito un buon margine sulle avversarie, cosa che le consente di gestire la gara senza rischi. Alle sue spalle la lotta è tra la trentina Lorenza Menapace e l’atleta di casa Ylenia Colpo. Lorenza Menapace riesce a guadagnare un piccolo margine sull’avversaria, sufficiente a farle conquistare la seconda piazza, con Ylenia Colpo a completare il podio.

Grande soddisfazione del comitato organizzatore, presieduto da Gianluca Barbieri, sia per l’andamento della manifestazione che per il numero degli iscritti, a conferma della maturità e dell’apprezzamento raggiunti dall’Atestina Superbike.

Le classifiche

Maschile

1) Leonardo Paez (TX Active Bianchi) 1:34:58

2) Tony Longo (TX Active Bianchi) 1:36:59

3) Francesco Casagrande (Cicli Taddei) 1:37:01

 

Femminile

1) Elena Gaddoni (FRM Factory Racing Team) 2:01:46

2) Lorenza Menapace (TITICI LGL Pro Team) 2:11:03

3) Ylenia Colpo (Xdrive Racing Team) 2:11:49

 

a cura di Aldo Zanardi

atestina-arrivo
DSC03111.JPG
DSC03114.JPG
DSC03206.JPG
Podio-atestina-superbike-2013
     

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

10 DOMANDE A…ALESSANDRO TONELLI: “SOGNANDO IL LOMBARDIA”

Nel 2018 ha ottenuto la sua prima vittoria da professionista. Oggi, alla sua quinta stagione, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *