SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
bagno-di-romagna-zanetti-e-il-nuovo-capitano-jpg

BAGNO DI ROMAGNA : ZANETTI È IL NUOVO CAPITANO



A Bagno di Romagna trionfa in solitaria l’uomo di punta della Cannondale davanti a Marco Spada (Gianluca-Faenza Team). Nel medio vince ancora Orazio Falconi (Frecce Rosse Rimini), che abbassa di circa 4 minuti il record della gara e consolida la sua leadership nel Circuito degli Italici. Tra le donne brindano Chiara Ciuffini e Debora Morri. Ai blocchi anche il Ct Cassani: “Su questi tracciati divertimento garantito”

 

 

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

 

Alle 8 in punto, baciati da un sole già alto, si sono ritrovati in mille sul traguardo della 5ª edizione della Gran Fondo Acsi di Bagno di Romagna Nalini, penultima tappa del Circuito Romagna Challenge e valida anche come prova del Circuito degli Italici, terza prova del raggruppamento Etrusco.

Davanti all’hotel Tosco Romagnolo di Teverini, in prima fila, tra gli altri, il commissario tecnico della nazionale azzurra di ciclismo Davide Cassani (“Sono qui perché su questi percorsi, di solito, ci si diverte sempre”), Iader Fabbri (tradito da una foratura quando stava lottando per le prime cinque posizioni) ed il delegato nazionale del ciclismo Acsi, avvocato Emiliano Borgna.

 

Nel percorso lungo si è imposto, in solitaria, il favoritissimo Igor Zanetti (Cannondale-Gobbi Fsa), mentre nel lungo ha vinto allo sprint Orazio Falconi (Frecce Rosse Rimini). Ma a dispetto dei risultati, questa edizione della Gran Fondo di Bagno di Romagna, organizzata splendidamente dal solito pool di volontari capitanati da Massimo Bardi – verrà consegnata agli archivi come una grande domenica di ciclismo. Il caldo si è avvertito, in particolare, sul Passo del Carnaio, ma a conti fatti – a parte un paio di cadute (lieve commozione cerebrale con trasporto in elicottero per un atleta, clavicola fratturata per un altro), la corsa non ha avuto intoppi.

Nel lungo, la gara si è decisa sul passo della Calla, dove si sono presentati una quindicina di unità. Dopo qualche chilometro sono partiti Igor Zanetti e Marco Spada (Gianluca Faenza Team), che ha tenuto il passo dell’uomo Cannondale solo per qualche chilometro. Zanetti, infatti, ha impresso alla corsa un ritmo forsennato, ha staccato il rivale e – dopo 4 ore, 22 minuti e 52 secondi – si è presentato a mani alzate sul rettilineo finale. Spada è giunto dopo poco meno di 4 minuti (4h26’31”), mentre sul terzo gradino del podio è salito Matteo Podestà (Mg.K.Vis) col tempo di 4h28’35”.

 

da sx  il delegato nazionale del Acsi ciclismo l’avvocato Emiliano Borgna, Iader Fabbri, il ct della nazionale Davide Cassani e Marco Baccini sindaco di Bagno di Romagna.

 

 

Tra le donne, ha vinto Chiara Ciuffini (Gobbi Mg.K Vis), che ha tagliato il traguardo in 4h53’53” davanti a Maria Cristina Prati del Gs Cicli Matteoni Frw (4h59’23”) e a Monica Bandini del Gobbi Mg.K Vis (5h02’11”).

Nel percorso medio, il successo è andato ad Orazio Falconi (Frecce Rosse Rimini) che, in volata, ha regolato, senza troppa fatica, Andrea Gianessi (Rock Racing) ed il compagno di squadra Christian Pazzini (Frecce Rosse Rimini). La selezione qui si è originata fin dai primi cavalcavia di San Piero, quando in testa si è subito formato un plotoncino di una ventina di unità. I battistrada si sono pian piano sgranati fino all’inevitabile epilogo in volata deciso, come detto, dalla progressione imperiosa di Falconi che ha alzato le mani con largo anticipo rispetto al traguardo.

Il portacolori delle Frecce Rosse di Rimini, che ha consolidato anche la sua leadership nel Circuito degli Italici, ha stabilito il nuovo record della manifestazione, percorrendo i 92 chilometri del percorso (1938 metri di dislivello) in 2 ore, 17 minuti e 48 secondi, circa quattro minuti prima del precedente primato, stabilito nell’edizione 2013.

“Sulla linea di partenza – spiega Falconi, che lo scorso anno era giunto terzo dietro ad Alessiani e Tugnoli – avevo fatto una battuta: ‘Ragazzi, andate piano e state tutti dietro di me’. Devo dire, che mi hanno dato retta… a parte gli scherzi, è stata una gara molto dura, condotta ad un’andatura media piuttosto elevata, come dimostra il riscontro cronometrico. Ho fatto una bella volata e, ovviamente, sono contento”.

 

Tra le donne, successo per Debora Morri (Asd Medinox), che – col tempo di 2h36’37” – ha preceduto Valentina Mabritto (Racing Rosola Bike, 2h37’18”) e Veronica Pacini (Asd Cicli Coppora-Ancona, 2h37’46”).

Soddisfatto Massimo Bardi, presidente del Comitato Organizzatore: “E’ stata una domenica bellissima – spiega – il tempo ci ha dato una mano, regalando ai nostri mille ‘ospiti’ temperature quasi ideali. Sul piano organizzativo tutto è andato alla grande ed è bello che i nostri sforzi siano stati premiati”.

Presente sulla linea del traguardo anche Alfredo Molendi, organizzatore del circuito degli Italici: “Questa tappa di Bagno di Romagna – ha detto – è stata veramente bellissima. La location è superba ed anche l’organizzazione si è rivelata all’altezza della situazione. Per quanto riguarda il circuito, posso solo anticipare che, il prossimo anno, i raggruppamenti, oltre agli Etruschi e ai Latini, saliranno a tre. Nord o sud? Stiamo valutando”.

 

 

Nella foto il vincitore Igor Zanetti

 

1
2
3
 

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *