Sfondo Assos
SFONDO ASSOS
SFONDO COSMOBIKE
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > COME NUTRIRSI. PREPARARSI (PER TEMPO) AGLI ALLENAMENTI INVERNALI
BettiniPhoto

COME NUTRIRSI. PREPARARSI (PER TEMPO) AGLI ALLENAMENTI INVERNALI

Per ottemperare alla diminuzione delle ore di luce c’è l’attività indoor, per il freddo esistono capi tecnici sempre più affidabili. E per prevenire le malattie da raffreddamento? La medicina mette a disposizione rimedi sempre più efficaci…

La stagione invernale viene definita da tutti gli amanti delle attività di endurance outdoor come il periodo dell’anno in cui si riducono gli allenamenti e le competizioni all’aperto a causa di almeno tre importanti fattori:

  • Diminuzione delle ore di luce
  • Comparsa di fattori climatici sfavorevoli
  • Incrementata frequenza di fenomeni infettivi e/o da raffreddamento
BettiniPhoto©2017

 

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Mentre per la diminuzione delle ore di luce possiamo ricorrere agli allenamenti indoor e per la gestione della maggior parte dei fattori climatici sono disponibili indumenti tecnici e presidi sempre più efficaci, per far fronte all’incremento delle patologie infettive, gli strumenti efficaci ancora non sono tantissimi. Inoltre tali strumenti devono essere rivolti alla prevenzione in quanto per l’atleta non è sufficiente essere curato; ammalarsi implica comunque diversi giorni di astensione dagli allenamenti e almeno un periodo equivalente per ritornare ad allenarsi a cui si somma tutto il periodo necessario per il ritorno alla condizione iniziale.

Questi strumenti appunto ancora non sono tantissimi ma ci sono e tra quelli con effetti documentati in letteratura scientifica di particolare interesse si dimostra il Bifidobacterium Lactis Bl-04, probiotico dagli effetti correlati a una riduzione nella frequenza e nell’intensità delle URTI (Upper Respiratory tract Infection) negli atleti, con effetti di stimolo prevalentemente a livello dell’immunità innata. Quali manifestazioni includono le URTI? Capirlo spiega già di per sé la potenziale importanza di questo strumento probiotico negli atleti di endurance:

  • Tosse
  • Starnuti
  • Secrezione nasale
  • Congestione nasale
  • Febbre
  • Gola irritata e/o infiammata

Compresi questi aspetti è possibile esaminare i dati per quantificare l’efficacia di questa tipologia di applicazione. Uno studio in doppio cieco su 226 soggetti (117 sesso maschile -109 sesso femminile) che ha previsto l’assunzione per 150 giorni di Bifidobacterium Lactis Bl-04 o placebo a cavallo tra il periodo autunnale, invernale e primaverile ha dimostrato una significativa riduzione generale nella frequenza delle URTI della durata di 5, 7 o più giorni.

L’incidenza di URTI della durata di 5 giorni e 7 giorni è stata rispettivamente ridotta  del 35% e del 46%, mentre la riduzione negli episodi superiori ai 7 giorni è stata del 45%.  In armonia con questi effetti anche l’uso di farmaci nel periodo osservato è nettamente diminuito con un -45% nelle infezioni di durata d 5 giorni in su, con una riduzione del carico totale per malattia (dato dalla gravità x la durata) del 27% .

Un successivo studio in doppio cieco contro placebo, di dimensioni superiori effettuato su 465 soggetti (241 sesso maschile , 224 sesso femminile), ha confrontato gli effetti derivanti dalla somministrazione di Bifidobacterium Lactis Bl-04, altra miscela probiotica o placebo, confermando i risultati osservati nel precedente studio. I risultati ottenuti confermano l’efficacia di  Bifidobacterium Lactis Bl-04 nella prevenzione delle infezioni delle vie respiratorie superiori, costituendo un valido supporto preventivo nel sostegno dell’atleta di endurance per gli allenamenti outdoor a cavallo della stagione invernale.

 

A cura del dottor Alexander Bertuccioli -Copyright © INBICI MAGAZINE

Condividi
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

PASTA CON KETCHUP E PATATINE FRITTE: ECCO LA DIETA DI MATHIEU VAN DER POEL

Il campione europeo e fenomeno del ciclocross Mathieu Van Der Poel ha rilasciato un’intervista molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *