SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > Tutti gli Articoli > COMMENTOUR – DOV’E’ IL RISPETTO PER LA MAGLIA GIALLA?
Tour de France 2020 - 107th Edition - 5th stage Gap - Privas 183 km - 02/09/2020 - Julian Alaphilippe (FRA - Deceuninck - Quick Step) - photo POOL David Stockman/Belga/BettiniPhoto©2020

COMMENTOUR – DOV’E’ IL RISPETTO PER LA MAGLIA GIALLA?

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"


Diciamo la verità, non ci crede nessuno. Vi pare normale che una delle squadre World Tour più forti al mondo, la Deceuninck-QuickStep, mandi un massaggiatore a consegnare una borraccia a 17 km dal traguardo quando sanno benissimo che il limite è entro i 20 km dall’arrivo? Non posso neanche scrivere che si tratta di un errore da dilettanti, semplicemente perché i dilettanti non fanno questo tipo di errore.

Mi è sembrato invece abbastanza chiaro l’intento della Deceuninck-QuickStep: togliere a Julian Alaphilippe la maglia gialla. Non perché il corridore e la squadra non la vogliano, ci mancherebbe altro, ma semplicemente perché, come ben sappiamo, la maglia gialla dà tante energie in più, am ne toglie anche tante altre. Cerimoniale post tappa, si torna tardi in albergo, interviste, conferenza, antidoping. Insomma, ogni giorno ce ne è una. Perdere la maglia su una tappa del genere sarebbe stato impossibile: e a questo punto mi viene in mente che l’unica strategia poteva essere quella.

ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA

Lo scorso anno Julian Alaphilippe ha incantato il mondo con la sua grande prestazione al Tour de France e la maglia gialla persa solo a tre tappe dalla conclusione. Ha dominato il Tour, ma alla fine lo ha perso. nei mesi seguenti ha sempre cercato di volare basso, affermando di non essere un corridore in grado di vincere la maglia gialla. Ma in fondo quando sei in ballo devi ballare: bellissima la vittoria di domenica con dedica al padre, ma probabilmente Julian vorrebbe dedicargli un simbolo ben più importante. Vedremo se gli avversari saranno d’accordo, ma nel frattempo con questa mossa si è mancato di rispetto alla maglia gialla. Quando si indossa un simbolo così importante bisogna onorarlo fino alla fine: il resto dovrebbe contare poco. Poi la strategia c’è sempre, ma in questo caso l’errore sembra essere davvero troppo grossolano.

Direttore del sito InBici.net e conduttore della trasmissione radiofonica Ultimo Chilometro, inviato per le principali gare internazionali di ciclismo su strada, autore dei libri "Pedalare nel fango", "Due pedali per volare" e "Giro delle Fiandre, la classica dei tifosi"

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
Shimano Banner archivio Blog
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *