SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER TOP
Home > Top News > CON IL CAMBIO DI STAGIONE È BENE AVERE QUALCHE CONSIGLIO SULL’ABBIGLIAMENTO DA CICLISMO DA UTILIZZARE

CON IL CAMBIO DI STAGIONE È BENE AVERE QUALCHE CONSIGLIO SULL’ABBIGLIAMENTO DA CICLISMO DA UTILIZZARE


Chiunque si avvicini al mondo della bicicletta – sia esso “stradista”, biker, cicloturista o semplice ciclista urbano – viene letteralmente travolto da una giungla di proposte di abbigliamento ciclismo. Gli articoli sul mercato, del resto, sono numerosi e le aziende, ogni anno, sfornano nuovi campionari con prodotti sempre più tecnici ed innovativi.

Ci sono capi antipioggia (resi impermeabili da speciali membrane sintetiche), divise antivento, capi di intimo traspiranti ed uniformi con catarifrangenti utilizzati soprattutto dai ciclisti urbani per essere visibili anche a grande distanza.

Ma quando si parla di abbigliamento ciclismo, al ciclista della domenica si aprono scenari infiniti e si scoprono terminologie nuove. Come Cordura, Drytech, Goretex, Hardshell, Hyvent, Kevlar e Lycra, ovvero fibre sintetiche brevettate da diverse aziende che, per ragioni diverse, hanno monopolizzato negli ultimi anni gran parte del mercato.

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE

Oltre ad essere elegante nella linea e affidabile da un punto di vista termico, uno dei requisiti più ricercati nell’abbigliamento ciclismo è il fattore “Traspirante”. Un capo è traspirante quando lascia passare il sudore prodotto dal nostro corpo durante l’attività sportiva. Nello specifico, un capo traspirante deve assorbire il sudore e veicolarlo verso l’esterno, dove verrà forzato a evaporare. In questo modo il ciclista rimarrà asciutto e la sua temperatura corporea costante.

Per scegliere il capo ideale bisogna partire sempre dalle specifiche esigenze. Ogni categoria di ciclisti, infatti, ha esigenze diverse in fatto di abbigliamento ciclismo. Il ciclista che si sposta in città deve considerare la scelta dei capi da indossare in base alla lunghezza del viaggio, al possibile interscambio con mezzi pubblici e all’eventualità di fruire di un cambio d’abito nel caso di piogge improvvise.

La regola è quella di vestirsi a strati, soprattutto nella stagione fredda e, in caso di piogge improvvise, può essere utile portare con sè una mantellina o un k-way.

Il ciclista urbano di norma non veste abbigliamento tecnico e, considerando la stagione e l’idea di indossare gli stessi abiti nell’arco di tutta la giornata, deve fare scelte ponderate.

D’inverno è indispensabile indossare guanti e calze pesanti. Se non si intende utilizzare abbigliamento ciclismo tecnico vanno benissimo indumenti di lana e calzature in grado di coprire sin sopra la caviglia.

Più facile uscire in bici se ci si veste abitualmente con abiti sportivi. In questo caso, il mercato propone un abbigliamento ciclismo tecnico per tutti i gusti e per tutte le tasche. E l’unica sfida per i bikers di oggi è quella di trovare l’azienda più congeniale alle proprie esigenze.

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

Ti potrebbero Interessare

L’INTERVISTA – GIUSEPPE GUERINI, 20 ANNI DOPO LA VITTORIA ALL’ALPE D’HUEZ: “IL PUBBLICO DEL CICLISMO E’ FANTASTICO. NIBALI? E’ UN CAMPIONE E LO HA DIMOSTRATO AMPIAMENTE”

Sono passati 20 anni esatti dalla bellissima vittoria di Giuseppe Guerini sull’Alpe d’Huez. Era la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *