MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
CICLO PROMO COMPONENTS TOP BANNER GARDIA
cosmobike-show-il-mondo-del-pedale-si-ritrova-a-verona-1-jpg

COSMOBIKE SHOW: IL MONDO DEL PEDALE SI RITROVA A VERONA



Le fiere del ciclismo sono in crisi? “Assolutamente no” è la risposta lapidaria di Paolo Coin, project manager del Cosmobike Show di Verona, secondo cui “il settore paga, forse, un eccessivo frazionamento di proposte”, ma “per chi lavora con qualità ed innovazione – è il suo mantra – ci sarà sempre spazio sul mercato”.

 

Uno spazio di prestigio come quello conquistato, anno dopo anno, dal Cosmobike Show in programma dal 15 al 18 settembre a Veronafiere. Un evento che, a dispetto delle difficoltà congiunturali del settore, ha ormai assunto un ruolo predominante nell’universo della Bike Economy, come certificano anche i numeri (roboanti) della imminente rassegna scaligera: 11mila bike test, 21mila mq di area demo e prova con una pista di 400 mt, più di 30mila mq di esposizione coperta per i 350 espositori provenienti da 25 Paesi (2 in più rispetto al 2016: Colombia e Corea del Sud) e un calendario di oltre 40 eventi tra convegni e spettacoli.

BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY
SHIMANO BANNER Banner GENNAIO
SHIMANO 105 BANNER BLOG FEBBRAIO
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
CICLOPROMO FEBBRAIO REVOLOOP - BANNER SOPRA TOP NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS

 

Malgrado gli appena due anni di vita, infatti, la fiera internazionale della bicicletta ospiterà anche quest’anno oltre 60mila visitatori tra buyer, operatori professionali, campioni del ciclismo e appassionati del sellino. Numeri esaltanti, soprattutto dopo il tiepido entusiasmo riscosso dalla recente fiera tedesca di Friedrichshafen, disertata dal pubblico e dalle aziende più importanti: “Il mondo delle fiere dedicate alla bicicletta necessita di una riflessione – ha proseguito Paolo Coin durante la presentazione dell’evento – certo è che quello della bicicletta made in Italy è tutto fuorché un settore in crisi“. Ed in effetti, il comparto ha chiuso il 2016 con un fatturato di filiera di 1,2 miliardi di euro; un giro d’affari che balza a 3 miliardi con l’indotto generato dal turismo e che addirittura raddoppia, superando così i 6 miliardi di euro, grazie al conteggio di ulteriori voci di ricavo derivanti dal risparmio di carburante, dalla riduzione delle emissioni nocive da veicoli a motore e dalla diminuzione delle spese sanitarie per le malattie correlate all’inquinamento.

 

Sul fronte delle vendite, sono le e-bike, a pedalata assistita, a tirare la volata al settore con un incremento – sempre nel 2016 – del 120%. In leggera flessione il mercato delle biciclette tradizionali (1,5 milioni di unità vendute) che hanno registrato una contrazione del 2,6%, a fronte di una perdita tra l’8 e il 9% censita in Europa per lo stesso prodotto: “Cosmobike Show si conferma una piattaforma indispensabile per lo sviluppo del made in Italy della bicicletta e per la promozione del suo utilizzo – ha concluso Paolo Coin -. Il settore sta vivendo una fase evolutiva molto importante che comprende sia un nuovo approccio di mobilità ciclistica che lo sviluppo sempre più innovativo e tecnologico del prodotto, su cui le aziende sono fortemente impegnate”.

 

 

Per Maurizio Danese, presidente di Veronafiere Spa: “Per quattro giorni Veronafiere diventerà il Bike Park italiano più completo per testare in anteprima nazionale tutte le novità che debutteranno sul mercato dall’anno prossimo e per fare il punto sulle politiche a supporto della mobilità sostenibile. In questo contesto la bicicletta ha un ruolo determinante per lo sviluppo delle infrastrutture necessarie a promuovere sempre più il suo utilizzo, anche quotidiano, nelle città.  Un impegno che rientra tra gli obiettivi della rassegna e che è condiviso attivamente anche dal Governo, che punta a realizzare 5mila km di piste ciclabili entro il 2024, con un ulteriore step progettuale nazionale al 2030, quando i km diventeranno 20mila”.

 

In Italia sono circa 7.800 gli addetti occupati nelle oltre 3.000 aziende attive nel settore che esporta oltre il 60% della produzione. Un distretto export oriented concentrato soprattutto tra Lombardia, Emilia Romagna e Veneto e che esprime ancora ulteriori margini di crescita. Per questo Ice-Agenzia ha selezionato per CosmoBike Show, in collaborazione con Veronafiere, top buyer da 10 paesi: Polonia, Emirati Arabi, Belgio, Paesi Bassi, Spagna, Irlanda, Regno Unito, Corea del Sud, Kazakistan e Russia.

 

 

L’Italia, con una quota del 14%, è il secondo esportatore europeo di biciclette, dietro al Portogallo che ci supera di misura – ha commentato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –. In linea con la nostra naturale vocazione all’internazionalizzazione, abbiamo potenziato l’anima b2b della manifestazione incentivando i momenti di business e anche di confronto. Infatti – ha proseguito Mantovani – Veronafiere vuole essere un booster per la crescita della bike economy, che in Europa genera già un indotto di 44 miliardi di euro, con 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti. E l’Italia ha un ruolo ancora tutto da giocare”.

 

 

CosmoBike Show incontra le politiche che la Regione sta portando avanti in tema di ciclabilità – ha spiegato Elisa De Berti, assessore ai Lavori pubblici, Infrastrutture, Trasporto pubblico locale, Navigazione interna e portuale della Regione del Veneto –. Stiamo continuando ad investire molto sul cicloturismo. Ne è prova che ben cinque progetti di ciclovie di interesse nazionale su dieci riguardano il Veneto e, su tutti, quello del Lago di Garda non ha eguali a livello paesaggistico. Si tratta di un mondo in pieno sviluppo e il nostro prossimo obiettivo è quello di razionalizzare, mettere in collegamento e promuovere la rete di ciclopiste già esistenti sul territorio. Proprio per questo in Regione abbiamo creato un tavolo anche con RFI-Rete Ferroviaria Italiana e FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta”.

 

Tra le new entry a CosmoBike, anche la California con San Anselmo e Marin County, dove è nata la mountain bike, che presenteranno il loro pacchetto “destinazione America”: una promozione case history dei percorsi ciclabili.

 

All’inaugurazione di CosmoBike Show (venerdì 15 settembre, ore 11.00 – Piazza Italia pad. 9) sarà presente Barbara Degani, sottosegretario del ministero dell’Ambiente e il campione italiano di ciclismo su strada Fabio Aru. In questa occasione saranno svelati i vincitori dei 3 premi di Cosmobike: Urban Award che fa il suo debutto quest’anno; Italian Green Road Award, l’oscar del cicloturismo e il premio Fulvio Acquati per il CosmoBike Tech Award.

 

1FyyPf2
     
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
CICLOPROMO FEBBRAIO REVOLOOP - BANNER SOPRA TOP NEWS
SHIMANO BANNER Banner GENNAIO
SHIMANO 105 BANNER BLOG FEBBRAIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *