MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Dorothea Wierer

DOROTHEA WIERER: “LA BICICLETTA MI AIUTA A CRESCERE ANCHE NEL BIATHLON”


Cosa c’entra il ciclismo con il biathlon? C’entra eccome. Parola di Dorothea Wierer, tre volte campionessa mondiale a livello individuale, due volte vincitrice della Coppa del Mondo di biathlon e terza atleta di sempre ad aver ottenuto un successo in tutti i sette formati della specialità (dopo i francesi Fourcade e Dorin).

INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

La bolzanina di Brunico, infatti, alterna i classici allenamenti al poligono con le due ruote, tanto che – partecipando all’E-Giro del 2020 – ha scoperto il mondo della bicicletta di cui è diventata subito una fervida appassionata.

Il ciclismo è diventato così un fattore importante per il suo allenamento aerobico e, in particolare, per stabilizzare il livello di respirazione, un aspetto basilare per chi pratica questo sport: “Il respiro nel biathlon è uno dei fattori più importanti – ammette Dorothea – perché, quando spari, sei sempre in apnea e centrare il bersaglio con 170/180 pulsazioni è veramente complicato. Ciclismo e biathlon sembrano due sport agli antipodi ma, sotto l’aspetto dello sviluppo della forza degli arti inferiori e della resistenza alla fatica, direi che le due discipline si assomigliano molto”.

Nel 2020 hai partecipato al giro E-bike: che cosa ha significato quell’esperienza per te?

“Il mondo E-bike ha fatto avvicinare al ciclismo moltissime persone. E io, semplicemente, sono fra queste”.

Quanto è stato emozionate ripercorrere le strade dei grandi campioni del ciclismo?

“E’ sempre emozionante emulare le gesta dei big. Gareggiare sulle strade della corsa rosa è stato speciale”.

Pensi che quest’anno confermerai la tua presenza al E-giro?

“E’ sempre complicato trovare momenti liberi nel calendario agonistico perché il mio programma di allenamenti è davvero fittissimo, ma il mondo del Giro d’Italia mi affascina molto e dunque farò di tutto per essere presente”.

Quanto pensi sia importante diversificare gli allenamenti con la bici?

“Io adoro cambiare i miei allenamenti; modificare il mezzo mi permette di trovare sempre nuovi stimoli, portando il mio fisico al limite in più situazioni”.

C’è un ciclista che ammiri in particolare?

“Conosco Matteo Trentin e mi piace il suo modo di correre. Seguo però tutti i corridori Italiani, ma Ganna in particolare è davvero forte e mi sembra anche molto simpatico”.

Come alterni la bici con lo sci?

“Per me la bici è un’attività che svolgo prevalentemente da maggio a settembre, poi diventano centrali altre discipline ma, in inverno durante la stagione delle gare, ho sempre con me la bici e i rulli perché pedalare agile dopo la gara mi aiuta molto a smaltire le fatiche delle competizioni”.

In bicicletta sei competitiva quanto al poligono?

“Sono molto competitiva in tutto quello che faccio. Io nasco agonista e anche in bici, lo ammetto, esce questo lato di me…”.

a cura di Leonardo Serra  ©Riproduzione Riservata-Copyright© InBici Magazine

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *