SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO ASSOS
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > DUE PEDALI PER VOLARE : STORIE STRAORDINARIE DI CICLISTI SPECIALI

DUE PEDALI PER VOLARE : STORIE STRAORDINARIE DI CICLISTI SPECIALI

Le ha descritte il giornalista Carlo Gugliotta che per Alba edizioni ha scritto il libro “Due pedali per volare.

Alex, Francesca e altre storie di ciclismo paralimpico”. Gugliotta, conduttore del programma radiofonico “Ultimo chilometro” e vicedirettore della rivista InBici Magazine, ha raccolto le confidenze, non solo sportive, di persone normali che hanno subito incidenti, infortuni, malattie e che hanno saputo sorridere alla malasorte, trovando nello sport, e nel ciclismo in particolare, nuovi stimoli e ambizioni.

Pierre Amighini, Davide Borgna, Beatrice Cal, Paolo Cecchetto, Pierino Dainese, Andrea Devicenzi, Giorgio Farroni, Luca Mazzone, Luca Panichi, Vittorio Podestà, Francesca Porcellato, Alex Zanardi con il commissario tecnico della nazionale italiana di paraciclismo Mario Valentini, il direttore di corsa Mauro Defend e l’organizzatore Mauro Valentini testimoniano che le barriere fisiche e mentali possono e devono essere superate. La prefazione è di Alberto Francescut, tra i curatori del popolare blog della Gazzetta dello Sport “In coda al gruppo”.

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Il libro è patrocinato dalla Federazione ciclistica italiana e da Anmil, l’associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro.

CARLO GUGLIOTTA, Due pedali per volare. Alex, Francesca e altre storie di ciclismo paralimpico, Alba edizioni, 2018, 110 pagine, 10 euro

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

LUTTO. ROBBERT DE GREEF NON CE L’HA FATTA, IL VENTISETTENNE OLANDESE È DECEDUTO DOPO QUASI UN MESE DI COMA

Dai Paesi Bassi giunge una triste notizia: dopo quasi un mese di coma Robbert De …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *