MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 3 TOP BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Home > riviste-inbici-archivio > STRADA > È ACCADUTO NEL 2019 – SAN SEBASTIAN: EVENEPOEL, FENOMENO!
Clasica Ciclista San Sebastian 2019 - 39th Edition - San Sebastian - San Sebastian 227,3 km - 03/08/2019 - Remco Evenepoel (BEL - Deceuninck - Quick Step) - photo Luis Angel Gomez/BettiniPhoto©2019

È ACCADUTO NEL 2019 – SAN SEBASTIAN: EVENEPOEL, FENOMENO!


Articolo già pubblicato il 3 agosto 2019

Remco Evenepoel (Deceuninck-Quick Step) ha vinto la Clasica San Sebastian, che come da tradizione si è disputata sei giorni dopo la conclusione del Tour de France. Il 19enne belga ha ottenuto la sua prima vittoria in carriera in una classica World Tour, vincendo alla maniera dei fenomeni: dopo essersi staccato dai migliori sulla penultima salita, è riuscito a rientrare in gruppo, attaccando insieme a Toms Skujiņš (Trek-Segafredo) prima dell’ultima ascesa. Sulle ultime rampe in salita, Evenepoel ha salutato la sua compagnia e si è presentato tutto solo al traguardo.

Per Remco si tratta del quinto successo stagionale dopo i due trionfi alle Hammer Series, la vittoria (con classifica finale) al Giro del Belgio e la vittoria a Cormòns/Monte Quarin all’Adriatica Ionica Race.

La cronaca – La gara, lunga 227 km, non era iniziata nel migliore dei modi per la Deceuninck-Quick Step, in quanto Julian Alaphilippe, vincitore lo scorso anno, ha dovuto alzare bandiera bianca prima che la gara entrasse nel vivo. La Movistar decide quindi di lavorare in testa al gruppo per buona parte di corsa (Mikel Landa compreso), al fine di permettere al campione del mondo Alejandro Valverde di esprimersi al meglio nel finale.

ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS
Shimano Banner archivio Blog
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Sulla salita di Erlaitz, a circa 45 km dall’arrivo, Remco Evenepoel si stacca dai migliori e si porta in coda al gruppo principale. In discesa, il baby fenomeno belga riesce a rientrare, e prima dell’imbocco della salita di Mendizorrotz sferra addirittura un attacco con Skujiņš, che perde le ruote di Evenepoel sulle ultime rampe dell’ascesa.

Il corridore della Deceuninck-Quick Step si presenta così da solo al traguardo, tagliandolo in lacrime per la felicità e facendo il gesto del silenzio con il dito: probabilmente, il corridore non ha gradito molto le polemiche che sono arrivate in Belgio dopo la sua decisione di trasferirsi a Montecarlo dopo aver lasciato la sua fidanzata.

“E’ incredibile, sognavo di vincere come tutti i corridori, ma non pensavo di riuscirci già al primo anno da professionista – afferma Evenepoel dopo il traguardo – sono stato bene per tutto il giorno e ho saputo gestire al meglio i momenti di difficoltà. Non ho altre parole, sono solo felice”.

Migliore degli italiani al traguardo è Giulio Ciccone, undicesimo.

Ordine di arrivo

1 EVENEPOEL Remco Deceuninck – Quick Step 5:44:27

2 VAN AVERMAET Greg CCC Team 0:38
3 HIRSCHI Marc Team Sunweb s.t.
4 IZAGIRRE Gorka Astana Pro Team s.t.
5 MOLLEMA Bauke Trek – Segafredo s.t.
6 KONRAD Patrick BORA – hansgrohe s.t.
7 VANENDERT Jelle Lotto Soudal s.t.
8 MAS Enric Deceuninck – Quick Step s.t.
9 WOODS Michael EF Education First s.t.
10 VALVERDE Alejandro Movistar Team s.t.

A cura di Carlo Gugliotta per InBici Magazine

NOT ONLY BIKE BANNER NEWS+DENTRO NOTIZIA
ESCALATE BANNER ARCHIVIO BLOG + DENTRO NEWS
GSG BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIE
ROTO BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
ALKA SPORT BANNER BLOG+DENTRO NOTIZIA
Shimano Banner archivio Blog
BIVILLAGE BANNER BLOG + DENTRO NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *