SFONDO ASSOS
lunedì , 21 Ottobre 2019
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Tutti gli Articoli > E’ GIÀ FINITA L’ERA DEI FRENI A DISCO?
e-gia-finita-lera-dei-freni-a-disco-jpg

E’ GIÀ FINITA L’ERA DEI FRENI A DISCO?



La posizione dell’Uci dopo il brutto incidente di Francisco Ventoso alla Roubaix è quella di aspettare e sospendere il giudizio e la sperimentazione.

 

Lo spagnolo della Movistar, che detto per inciso non è nemmeno caduto ma è stato soltanto toccato dal freno di un altro concorrente, ha riportato una profonda ferita alla tibia per la quale è stato necessario l’intervento dei medici in ospedale.

ISTRIA Granfondo banner blog
Banner archivio Blog - Shimano
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Qualche giorno dopo il suo infortunio ha pubblicato una lettera aperta in cui si è detto profondamente preoccupato di un eventuale massiccia diffusione in gruppo del sistema frenante già da tempo utilizzato da MTB e ciclocrossisti.

Durante la Parigi-Roubaix erano soltanto 16 i corridori a utilizzare questo sistemaha scritto il trentatreenne professionistacosa potrebbe succedere se fosse tutto il gruppo a portare in corsa quasi 400 dischi? Io ho avuto fortuna, è solo una gamba, muscolo e pelle. Ma se un disco dovesse conficcarsi nella giugulare o nell’arteria femorale?

Il via libera all’innovazione sulle bici da corsa era stato dato proprio un anno fa dalla federazione mondiale  ed era stato testato in due manifestazioni world tour nel 2015, Il belga-olandese Eneco Tour e la Vuelta.

Nello scorso dicembre era arrivata la decisione di allargare la sperimentazione in questa stagione prima di una definitiva liberalizzazione nel 2017.

Ma quali sono i benefici dei dischi? Soprattutto sul bagnato, se si utilizzano le ruote in carbonio, il sistema classico non garantisce una frenata sicura, inoltre i dischi permettono di dosare il rallentamento a piacere e consentono maggiori velocità anche nelle discese più impegnative. Di contro, come ha ampiamente dimostrato il caso di Ventoso, per come sono montati oggi sulle biciclette senza alcun tipo di protezione possono diventare molto pericolosi in caso di cadute generali.

Li rivedremo in futuro sulle bici del gruppo al Giro o al Tour in futuro? Probabilmente, ma ci auguriamo dopo un restyling che garantisca prima di tutto gli atleti.

 

fonte Gianluca Comandini iNBiCi.net

bettiniphoto
     

BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner archivio Blog - Shimano
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
ISTRIA Granfondo banner blog
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *