SFONDO ASSOS SFONDO COSMOBIKESFONDO INTERNAZIONALI D\'ITALIASfondo Assos
lunedì , 18 giugno 2018
TOP Shimano
Inbici Top Challenge
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > Eroi del passato
eroi-del-passato-1-jpg
Eroi del passato 1

Eroi del passato

Condividi

Tedaldi, nato 1-1-1938 nella piccola frazione di Casanova, ad un chilometro da Rocca San Casciano (fo), sogna fin da ragazzo di diventare corridore, affascinato dalle imprese di Bartali e Coppi, seguite con l’orecchio appiccicato alla radio.

 

Purtroppo la dura realta’ del dopoguerra lo costringe a lavorare sodo nel mulino gestito dalla famiglia, cosi di nascosto si allena con una vecchia bicicletta. Finalmente a vent’anni anche se un po’ tardi, riesce ad entrare come dilettante nell’Unione Sportiva “Forti ee Liberi” di Forli; e’ il 1958, Ercole Baldini diventa campione del mondo, e’ anche amico di Tedaldi, amicizia che coltivera’ negli anni assieme a quella di Pambianco ed Assirelli.

BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike
Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
Banner Dentro Notizia - LARM

 

 

Sempre come dilettante, Tedaldi passa alla s.s. Edera di Santo Stefano (ra), fino a quando scoperto da Luciano Pezzi passa professionista alla mitica Salvarani dove da ottimo passista con alle spalle tante vittorie sia in linea che a cronometro,gia’ campione emiliano contro il tempo, si aspetta un futuro pieno di successi. 

 

Nel 1963 mentre si prepara per il giro d’Italia scendendo dai tornanti della Rocca delle Caminate, per colpa di un cane finisce rovinosamente a terra ed e’ costretto ad abbandonare anzitempo l’attivita’. Prende allora in gestione la sala cinematografica Jolly e l’Arena dei Frati di Rocca San Casciano, poi il Kursal  alle Terme di Castrocaro e l’Arena di Dovadola. Arrivata l’era della tv con la crisi del cinema, Tedaldi sbarca alla Magniflex, una azienda industriale di materassi di Prato facente capo al comm. Giuliano Magni, da sempre nel mondo del ciclismo. La passione per la bicicletta Tedaldi non l’abbandona mai, rimane legato all’ambiente curando le amicizie via via acquisite fra le quali quella di Felice Gimondi, Francesco Moser, Freddy Maertens, Afons De Wolf, Giovanni Battaglin, Vittorio Adorni, Moreno Argentin, Davide Boifava e tantissimi altri.

 

Grazie anche all’amicizia fraterna che lo lega a Romano Cenni titolare del Mercatone Uno, diventa un animatore della grande squadra capitanata da Marco Pantani che porta con se’ spesso a Rocca San Casciano ed a Portico di Romagna. Contemporaneamente fonda varie societa’ ciclistiche, fra le quali la Magniflex-Vicini, la Ceramiche Forlivesi, il gruppo sportivo Volvo-Romagnauto ed il g.s. Ginestri-Arredamenti di Rocca San Casciano nonche’ il gruppo ciclistico dei parlamentari.

 

 

Il 22 agosto 2008 Renato e’ ricoverato d’urgenza per problemi cardiaci alla clinica San Pier Damiani di Faenza dove il 15 settembre purtroppo cessa di vivere.

 

 

  

fonte FRANCO GATTI

iNBiCi magazine

TEDALDI Renato
     

Banner dentro Notizia Assos
Banner Dentro Notizia - LARM
BANNER DENTRO NOTIZIE CosmoBike
Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

BMW HERO SÜDTIROL DOLOMITES : PAEZ E KOLLMANN-FORSTNER TRIONFANO NELLA 9^ EDIZIONE

CondividiLeonardo Paez e Christina Kollmann-Forstner sono i vincitori della BMW HERO Südtirol Dolomites 2018.   …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *