MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
focus-sulle-aziende-5-jpg
FOCUS SULLE AZIENDE 5

FOCUS SULLE AZIENDE



Tra le tante news presenti al Bike Festival di Riva del Garda abbiamo voluto dare risalto a Marin, un marchio storico che si vuole rilanciare sul mercato italiano con rinnovato entusiasmo e tanta voglia di confermare la qualità delle proprie bici prodotte in California, la patria dell’mtb.

 

 

Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

Superato con successo il traguardo del ventennale, il Bike Festival di Riva del Garda si è presentato al grande popolo delle “ruote grasse”, da giovedì primo maggio fino a domenica quattro, in una vesta ancora più bella.  Una formula vincente che si rinnova costantemente incontrando una folla enorme di appassionati. Biker da tutto il mondo che vengono nel Garda/Trentino non solo per scoprire le più interessanti novità tecniche, per provare i nuovi modelli, per assistere a gare emozionanti, ma anche per farsi piacevolmente travolgere dall’atmosfera inebriante di un evento che, nel contatto con la gente, esprime di sicuro la sua parte migliore.

Nato come evento prediletto dai turisti tedeschi, il Bike Festival si trasforma anno dopo anno in una manifestazione spettacolare a livello mondiale. Nei quattro giorni di lavoro sono stati calcolati quasi 35.000 visitatori che hanno potuto ammirare e provare le grandi firme dell’industria ciclistica internazionale presente con circa 150 marchi espositori.

Tra questi un graditissimo ritorno che, grazie al suo storico distributore Freewheeling di Ravenna, torna a essere presente in Italia con delle interessanti novità e dei modelli davvero molto originali. Stiamo parlano di Marin, il brand Californiano fondato nel 1986 e che, in un certo senso, ha rappresentato la storia della mountain bike ai suoi albori. Tramite Claudio Brusi, titolare con la moglie Liliana Raimondi di Freewheeling, Marin era stato conosciuto e apprezzato come marchio leader agli inizi degli anni novanta quando venne distribuito sul territorio nazionale dall’azienda ravennate. Dopo una pausa di riflessione, se così vogliamo chiamarla, Marin e Freewheeling hano sancito un bellissimo déjà vu (“già visto”, in francese, n.d.r.) tra due aziende che si sono sempre stimate e che già avevano fatto molto bene insieme.

Tom Brown, director international sales & marketing e Aaron Kerson, product manager-mtb di Marin ci hanno fatto vedere i nuovi modelli della collezione Marin mtb e illustrato i loro piani di comunicazione che Claudio Brusi, anch’egli presente a Riva del Garda, potrà proporre come distributore esclusivo alla sua affezionata clientela. Una clientela di qualità, una tipologia di acquirente dal palato fino che sa riconoscere le caratteristiche tecniche di un prodotto moderno, costruito con metodologie attualissime ma che non dimentica la storia che ha reso famosa Marin in tutto il mondo.

 

I modelli di punta Marin presentati al Bike Festival di Riva del Garda

 

–        Attak Trail 27,5”

 

 

 

 Marin Attack Trail 27,5

 

Attack Trail è una mountain bike  full suspension con ruote da 27,5” costruita specificatamente per l’enduro, la nuova frontiera delle “ruote grasse” che si sta ritagliando una fetta di prim’ordine nel mercato del ciclo.  Escursione da 150 mm con sospensione Quad-Link 3.0, la Attack Trail adotta un telaio in carbonio con angolo sterzo di 66,5°, passaggio cavi interno e  in dotazione bash guard, guida catena per guarniture a singola e doppia corona e reggisella telescopico Rock Shox’s Reverb Stealth.

 

–         Rift Zone 29”

 

 

 La Marin Rift Zone 29” modello 2015, presentata in anteprima al Bike Festival di Riva del Garda.

 

Top di gamma tra i modelli della categoria Marathon, Marin Rift Zone 29er (alluminio 6061) nasce come risposta alle richieste di molti appassionati. Grazie alla dimensione della ruota da 29″, che permette di superare meglio le asperità del terreno, il biker trarrà beneficio nella corsa e nella spinta della forza espressa sui pedali.

La maggior porzione di battistrada che appoggia sulla superficie, sia sterrata o di asfalto, da alla mountain bike aderenza e stabilità ineguagliate. Dotata di un’escursione da 140 mm, possiamo affermare che la geometria della Marin Rift Zone 29er è ottimizzata per collocare il ciclista “dentro” la bicicletta e non “sopra”; la posizione di guida ideale per correre e divertirsi con un mezzo di questo genere.

 

 

–        Mount Vision 27,5”

 

Marin Mount Vision 27,5”

 

Mount Vision Pro 27,5 Carbon è una mtb creata e studiata appositamente con la doppia ammortizzazione (come nelle bici da Down Hill), dotata di escursione da 140 mm e geometrie molto più simili a mtb tradizionali che a una trail. Questa scelta è stata fortemente voluta dai progettisti di Marin al fine di ottenere un compromesso ottimale tra il peso di una cross.country (che deve essere comunque contenuto) e le performance di una veloce mtb da 27,5” (che,a prescindere, sono molto importanti per il biker). Nello specifico la Mount Vision Pro 27,5 Carbon è stata costruita con un telaio in carbonio CXR 60T, carro posteriore IsoTrack, assale passante 142×12 Thru-Axle e sterzo conico. Una bici che non finirà mai di stupirvi ed accompagnarvi per lunghe escursioni sui sentieri di montagna e non solo…

 

 

didascalie particolari:

La monocorona del cambio Sram XX1 montato sulla Rift Zone 2015 di Marin

L’ammortizzatore centrale Fox lavora in perfetta sinergia col carro posteriore per consentire di imprimere la trazione ottimale alla ruota

 

 

 

 

 

 

Fonte  Roberto Zanetti Copyright © INBICI MAGAZINE

Foto Rift Zone 2015 di Ciclonline

Foto Attack Trail e Mount Vision di Marin Bike

1) Marin Rift Zone 2015.JPG
2) Marin Rift Zone 2015 guarnitura.JPG
3) Marin Rift Zone 2015 ammortizzatore.JPG
4) Marin Attack Trail CXT Pro
5)
     

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *